Start up veneta

Vicenza: boom di consegne a domicilio con Foodracers

Incremento medio del +140% di ordini, i ristoranti sono passati da 22 a 52. La start up è presente anche a Thiene e Bassano.

Vicenza: boom di consegne a domicilio con Foodracers
Cronaca Vicenza, 29 Ottobre 2020 ore 15:39

Ordinare comodamente da casa e ufficio con smartphone o pc.

Start up veneta del food delivery

Boom di consegne a domicilio a Vicenza nel 2020 con Foodracers. La startup trevigiana di food delivery, la 100% italiana e già attiva in 60 città, ha visto infatti il numero di ordini praticamente triplicato (circa +140%) rispetto all’anno scorso nel capoluogo vicentino, passando dalla media di 750 ordini mensili del 2019 ai 2.000 di media del 2020, con picchi di oltre 3.000 nei mesi primaverili del lockdown. Il delivery si conferma dunque una modalità sempre più apprezzata dai cittadini vicentini e anche dai ristoratori, che su Foodracers sono passati dai 22 di marzo ai 52 attuali. Un supporto, dunque, sia alle attività di ristorazione che possono incrementare le attività durante le limitazioni di contrasto al coronavirus, sia ai cittadini che non vogliono farsi mancare piatti gustosi. Il tutto, ovviamente, garantendo il rispetto dei protocolli di sicurezza e le dotazioni per chi effettua le consegne e per l’utente finale.

Novità

Proprio per premiare questa fiducia da parte della città di Vicenza, Foodracers lancia un’iniziativa che prevede uno sconto di 15€ per chi si iscriverà entro metà novembre al servizio, tenendo conto che gli utenti vicentini sono passati da 450 al mese ai 1.100 al mese attuali. L’elenco dei ristoranti dai quali si può ordinare con Foodracers è disponibile sul sito: https://www.foodracers.com/it/cities/vicenza

Vicenza: boom di consegne a domicilio con Foodracers

Nelle grandi metropoli, come Milano o Roma, i servizi di “delivery on demand” (di consegna a domicilio) sono sempre più diffusi. Foodracers, startup nata a Treviso e 100% italiana che ha lanciato il sito e la app a gennaio 2016 e vanta già oltre 950mila ordini consegnati in 60 città, ha scelto di portare il servizio in tutti i capoluoghi di provincia e nelle cittadine italiane, spesso trascurati, diventando così un punto di riferimento a livello territoriale, lanciando la sfida ai colossi internazionali del food delivery. In poco più di tre anni, Foodracers è dunque diventata una realtà solida e strutturata tanto che nel corso del 2018 ha chiuso un aumento di capitale di 600mila euro con l’ingresso di nuovi soci al 10%, portando quindi la valutazione della società a 6 milioni di euro. Sempre Foodracers, è stata tra le promotrici della “Carta dei diritti dei racers” assieme agli altri attori nazionali per le garanzie dei lavoratori da discutere con l’attuale Governo. Oltre a Vicenza, Foodracers è arriva anche a Bassano del Grappa e Thiene.

Come funziona

Il funzionamento del servizio è semplice: una volta selezionata la zona di consegna sul sito foodracers.com o dall’App, si può scegliere dal menu online dei ristoranti serviti nei dintorni ed effettuare l’ordine, tramite smartphone, tablet o pc, che viene notificato istantaneamente ai Racers in quel momento disponibili. I “racers” sono persone che decidono di mettere a disposizione il proprio tempo libero per le consegne, senza vincoli di orario o reperibilità, nella piena logica della “sharing economy”, per i quali comunque Foodracers assicura la copertura Inail. La scelta di premiare le città italiane, anche quelle minori, sta dando risultati positivi, tanto è vero che grandi catene come Roadhouse, Old Wild West, Grom e Burger King hanno già stretto con Foodracers rapporti di collaborazione a livello nazionale. Punto di forza di Foodracers rispetto ai competitor è il costo di consegna in base alla distanza che parte da un minimo di 2,50€ e viene trattenuto direttamente dal racer. È inoltre attiva l’opzione Take Away – che permette di prenotare il ritiro dell’ordine presso il locale – e Pick Up, che consente ai ristoranti di utilizzare i racers per consegnare al cliente. Le 60 città su cui è già attivo Foodracers sono: Alessandria, Asti, Bassano del Grappa, Belluno, Bergamo, Biella, Brescia, Cantù, Carpi, Casale sul Sile / Quarto d’Altino, Castelfranco Veneto, Cesena, Cittadella, Como, Conegliano, Crema, Cremona, Faenza, Fidenza, Forlì, Formigine e Maranello, Gorizia, Imola, Jesolo, Legnago, Lodi, Lecco, Lucca, Mantova, Mestre, Mirano, Mogliano Veneto, Monselice, Montebelluna, Novara, Oderzo, Padova, Paese e Istrana, Parma, Pavia, Piacenza, Pordenone, Portogruaro, Ravenna, Rovigo, San Donà di Piave, Rovereto, Sacile, Sassuolo, Scandiano, Thiene, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Vercelli, Vicenza, Vigevano, Vignola, Villafranca di Verona.

Alcuni numeri

Foodracers vanta oltre 950.000 ordini consegnati / 600 racers attivi / 1400 ristoratori

OPPORTUNITA’: Per i ristoratori non ancora affiliati a Foodarcers, c’è una sezione apposita nel sito per chiedere di essere ricontattati e iniziare subito ad avere maggiore visibilità e ad offrire ai propri clienti un nuovo servizio senza nessun costo fisso: http://bit.ly/1LliROG

Per candidarsi invece come “racer” ed entrare in un network di nuova generazione iniziando a guadagnare per ogni consegna effettuata nel tempo libero, senza nessun turno richiesto, qui si possono trovare tutte le informazioni: http://bit.ly/1OpxzF6

LA APP: Disponibile gratuitamente su AppStore: https://itunes.apple.com/it/app/foodracers/id1057900965?l=en&mt=8

Disponibile gratuitamente su PlayStore: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.foodracers.app

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità