I fatti risalgono al 2018

Uccise l’ex moglie e simulò un suicidio, Angelo Lavarra condannato a 30 anni

La versione dell'uomo non ha mai convinto gli inquirenti.

Uccise l’ex moglie e simulò un suicidio, Angelo Lavarra condannato a 30 anni
Cronaca Vicenza, 11 Gennaio 2021 ore 14:10

Gli inquirenti non hanno mai creduto alla sua versione. A due anni dall’omicidio della ex moglie, Angelo Lavarra è stato condannato a 30 anni.

Uccise l’ex moglie e simulò un suicidio

La versione del suicidio, per gli inquirenti, non era credibile. E le indagini hanno dato ragione alle perplessità e ai dubbi in merito alla vicenda drammatica che sconvolse Marano Vicentino nel novembre del 2018.

Angelo Lavarra, la guardia giurata 43enne indagata per la morte della ex moglie Anna Filomena Barretta, infatti, è stato condannato a 30 anni di reclusione in virtù del rito abbreviato che ha ridotto di un terzo l’ergastolo.

L’uomo, inizialmente, aveva fornito una versione non convincente. Aveva dichiarato che la donna si sarebbe suicidata con la sua pistola di servizio. Ma poi aveva ritrattato, fino a confessare alle Forze dell’ordine la sua responsabilità nell’efferato omicidio. Il giudice ha disposto per le due figlie un risarcimento di 500mila euro ciascuna.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità