Monticello Conte Otto

Telefonata anonima: “C’è una bomba a scuola!”. Panico, ma è “solo” procurato allarme

Paura ieri all'Istituto Comprensivo Don Bosco di Monticello Conte Otto. Bonificato l'edificio, nessuna traccia di ordigni. Si procede per procurato allarme.

Telefonata anonima: “C’è una bomba a scuola!”. Panico, ma è “solo” procurato allarme
Cronaca Thiene e Valdastico, 18 Febbraio 2021 ore 08:12

Ieri la richiesta di intervento da parte della dirigenza scolastica della Istituto Comprensivo Don Bosco di Monticello Conte Otto in quanto era stata segnalata la presenza di una bomba.

Telefonata anonima: “C’è una bomba a scuola”

Nella prima mattina di ieri, mercoledì 17 febbraio 2021 è arrivata tramite il numero di pubblica utilità 112 una richiesta di intervento da parte della dirigenza scolastica della Istituto Comprensivo Don Bosco di Monticello Conte Otto in quanto era stata segnalata la presenza di una bomba.

Immediatamente l’operatore della Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Thiene ha inviato sul posto una pattuglia della Tenenza di Dueville per procedere alla messa in sicurezza della scuola ed acquisire maggiori dettagli.

Telefonata anonima: "C'è una bomba a scuola!". Panico, ma è "solo" procurato allarme

La telefonata anonima

I militari hanno così appreso che nella prima mattina era giunta una telefonata anonima che segnalava appunto la presenza di un ordigno all’interno della scuola, dove era prevista una sola riunione del corpo docenti dato che gli studenti sarebbero ritornati a scuola l’indomani con la fine delle vacanze di Carnevale.

Veniva quindi attivato il protocollo previsto dall’Arma dei Carabinieri per questo tipo di situazioni ed il Nucleo Cinofili Carabinieri di Torreglia inviava subito una unità per la ricerca di esplosivi che giungeva sul posto e procedeva alla bonifica di tutto il plesso scolastico, ove non veniva rinvenuto niente di anomalo.

Telefonata anonima: "C'è una bomba a scuola!". Panico, ma è "solo" procurato allarme

Indagini per procurato allarme

Sul posto sono intervenuti anche il Comandante della Compagnia Carabinieri Thiene Capitano Massimiliano Amato, il Comandante del Tenenza di Dueville Tenente Federico Seracini nonché il Sindaco di Monticello Conte Otto Damiano Ceron.

A questo punto le indagini dei Carabinieri di Dueville proseguiranno per l’ipotesi di reato di “Procurato Allarme presso l’Autorità” e saranno finalizzate, anche con l’ausilio di sistemi tecnico/informatici, all’individuazione dell’autore della telefonata.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli