Soccorso alpino

Scialpinista di Asiago si infortuna mentre scende dal Monte Melette: arriva il gatto delle nevi

La donna, 41 anni, di Asiago, che si trovava con un'amica, dopo una curva, a 1.740 metri di quota era caduta riportando un sospetto trauma al ginocchio.

Scialpinista di Asiago si infortuna mentre scende dal Monte Melette: arriva il gatto delle nevi
Cronaca Altropiano di Asiago, 09 Dicembre 2020 ore 17:13

Alle 15.20 circa di ieri, martedì 8 dicembre 2020, il Soccorso alpino di Asiago è stato allertato dalla Centrale del Suem di Vicenza, per una scialpinista che si era fatta male scendendo dal Monte Melette a Gallio.

Scialpinista di Asiago si infortuna in montagna

Continua l’attività di monitoraggio dei siti valanghivi e dei versanti percorsi da Vaia da parte del personale del Soccorso alpino. Ieri sono state evacuate alcune strutture isolate.

Alle 15.20 circa di ieri, martedì 8 dicembre 2020, il Soccorso alpino di Asiago è stato allertato dalla Centrale del Suem di Vicenza, per una scialpinista che si era fatta male scendendo dal Monte Melette a Gallio. La donna, 41 anni, di Asiago (VI), che si trovava con un’amica, dopo una curva, a 1.740 metri di quota era caduta riportando un sospetto trauma al ginocchio.

Scialpinista di Asiago si infortuna mentre scende dal Monte Melette: arriva il gatto delle nevi

L’intervento del gatto delle nevi

I soccorritori si sono avvicinati con i fuoristrada – incontrando problemi per le auto non attrezzate in mezzo alla strada – e poi si sono avvicinati il più possibile con le motoslitte, costretti a fermarsi per il metro e 50 di neve fresca. È stato quindi risolutivo l’intervento del gatto delle nevi degli impianti Melette di Gallio, che ha aperto la traccia alle motoslitte.

Scialpinista di Asiago si infortuna mentre scende dal Monte Melette: arriva il gatto delle nevi

Gamba immobilizzata

Una volta individuate le due sciatrici, all’infortunata è stata immobilizzata la gamba. Caricate entrambe sul gatto, le due donne sono state trasportate alla partenza degli impianti, dove le attendevano i parenti per accompagnarle autonomamente all’ospedale. I soccorritori hanno comunque scortato l’auto, scendendo in carovana per far fronte a eventuali intralci lungo il percorso.

LEGGI ANCHE: Soccorso Alpino Veneto, l’appello: “Massima prudenza sulla neve”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

L’accusa: “Orsato sarà anche il miglior arbitro al mondo… ma è di parte”

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità