Menu
Cerca
E' stata beccata

Pur di non pagare la sosta usava il contrassegno disabili della madre morta

E' stata sanzionata ieri, mercoledì 3 marzo 2021, una 59enne in via IV Novembre a Vicenza.

Pur di non pagare la sosta usava il contrassegno disabili della madre morta
Cronaca Vicenza, 04 Marzo 2021 ore 12:28

Proseguono i controlli della polizia locale per scovare i furbetti del contrassegno per i disabili (Cude). L’ultimo comportamento rilevato è quello di una donna, di 59 anni e residente a Vicenza, scoperta a utilizzare il permesso della madre deceduta per parcheggiare l’auto durante l’orario di lavoro.

Pur di non pagare usava il pass della madre morta

A inizio settimana un vicentino quarantatreenne si era reso protagonista dello stesso fatto per l’uso del contrassegno appartenente a un parente padovano deceduto.

A insospettire questa volta il nucleo della Polizia stradale locale è stata una Fiat 500, notata, per più giorni durante i controlli in via IV Novembre, sia nei parcheggi riservati alle persone disabili a servizio della sede dell’Aulss, sia nella vicina zona a parchimetro e, in questo caso, senza pagare il biglietto.

Sono scattati quindi i controlli, dai quali è emerso che il contrassegno era intestato alla madre della conducente del veicolo, nata nel 1938 e deceduta nel 2019. Ieri, notata nuovamente la Fiat 500 parcheggiata negli stalli blu, gli agenti hanno raggiunto in ufficio la donna, che ha ammesso l’utilizzo, anche se in modo sporadico, del permesso per persone disabili.

La conducente è stata sanzionata con una multa di 87 euro (60,90 se pagata entro cinque giorni) per l’uso improprio del contrassegno invalidi e con la conseguente decurtazione di due punti della patente.

Il permesso è stato ritirato.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli