Lotta allo spaccio

Minorenne con la droga nelle mutande confessa solo quando arriva la madre in Comando

Due operazioni dell'unità Nos della Polizia locale a Campo Marzo e a San Pio X.

Minorenne con la droga nelle mutande confessa solo quando arriva la madre in Comando
Cronaca Vicenza, 24 Aprile 2021 ore 11:01

Dopo il blitz dei giorni scorsi durante il quale è stato denunciato un pusher che aveva nascosto 25 dosi di cocaina ed eroina pronte alla vendita, continua l’attività dell’unità Nos mirata a contrastare il fenomeno di spaccio e consumo di sostanze stupefacenti nell’area verde di Campo Marzo, estendendosi anche nei quartieri periferici della città.

Minorenne con la droga nelle mutande confessa solo quando arriva la madre in Comando

Nel pomeriggio di giovedì 15 aprile una pattuglia di agenti in borghese ha notato un uomo (E.A., 42 anni) che stava raggiungendo a piedi Campo Marzo: ha preso poi contatto con una persona che stazionava nell’area verde e successivamente si è seduto, in attesa, su una panchina.

Dopo pochi minuti l'uomo è stato raggiunto da una seconda persona con cui ha scambiato qualcosa. Insospettiti da tale atteggiamento, i due agenti lo hanno fermato in viale Milano dove ha consegnato loro, spontaneamente, 2,25 grammi di marijuana prima di tentare la fuga.

Raggiunto e bloccato poco dopo dagli agenti dell’unità Nos in via Napoli e accompagnato in Comando per l’identificazione, è stato segnalato in prefettura per detenzione di stupefacenti e denunciato per rifiuto di declinare le proprie generalità e resistenza a pubblico ufficiale. E' stato sanzionato per lo spostamento dalla provincia al capoluogo berico senza giustificato motivo.

Nei giorni seguenti, i controlli si sono susseguiti con l’ausilio dell’unità cinofila con il cane Aria anche nelle aree verdi dei quartieri periferici, da dove sono pervenute molte segnalazioni da parte dei residenti relativamente ad assembramenti di persone e consumo di stupefacenti.

Durante uno di questi interventi in via Giorgione, nel quartiere di San Pio X, sono stati identificati complessivamente nove giovani. Uno di questi in particolare ( A.A. di 16 anni) ha dimostrato fin da subito un certo nervosismo cercando di confondersi tra i compagni per sottrarsi al controllo.

Tuttavia il fiuto di Aria ha segnalato, proprio in prossimità del ragazzo, la possibile presenza di stupefacente. Il minorenne è stato quindi accompagnato al Comando di Polizia Locale, dopo aver contattato anche la madre per assistere alla redazione degli atti e prendere in affidamento il minore.

Solo una volta giunto in comando il giovane ha consegnato spontaneamente 0,35 grammi di marijuana e 4,67 grammi di hashish che teneva occultate nei boxer. Per tale motivo è stato segnalato alla prefettura e la sostanza posta sotto sequestro. L’attività dell’unità Nos e cinofila proseguirà anche nelle prossime settimane in altri quartieri della città.