Menu
Cerca

Sportivamente insieme: Quando lo sport diventa esempio di vita

Novità importante di questa edizione, che ha visto arrivate ai impianti sportivi di San Giacomo centinaia di giovani e famiglie pronti a mettersi in gioco, è stato l’appuntamento serale del lunedì che ha visto protagonisti tre atleti, molto diversi tra loro ma uniti da un unico denominatore comune: l’amore per lo sport.

Sportivamente insieme: Quando lo sport diventa esempio di vita
Sport Bassano, 02 Ottobre 2019 ore 15:34

Sportivamente insieme: Quando lo sport diventa esempio di vita

Due giorni nel segno dello sport e del volontariato sono quanto ha vissuto Romano d’Ezzelino nelle scorse settimane, in occasione dell’edizione 2019 di “Sportivamente insieme”, manifestazione che quest’anno, assieme alle società sportive che operano sul territorio comunale, ha coinvolto anche le decine di realtà del Terzo settore che da sempre affiancano l’Amministrazione.

Novità importante di questa edizione, che ha visto arrivate ai impianti sportivi di San Giacomo centinaia di giovani e famiglie pronti a mettersi in gioco, è stato l’appuntamento serale del lunedì che ha visto protagonisti tre atleti, molto diversi tra loro ma uniti da un unico denominatore comune: l’amore per lo sport.

Sofia Bertizzolo, vincitrice nel 2018 della classifica individuale Under 23 del Women’s world tour e pluricampionessa italiana ed europea di ciclismo ha spiegato ai tanti giovani presenti in sala la difficoltà ma anche la soddisfazione di riuscire a conciliare sport e studio; Mattia Dal Pastro, portiere della Nazionale italiana di calcio amputati, ha raccontato di come abbia affrontato un bivio importante dopo l’incidente che gli ha tolto un braccio, scegliendo di affrontare nuove sfide e nuovi impegni, invece di compiangersi ed arrivando così ad ottenere traguardi, il Campionato del Mondo, che mai avrebbe raggiunto come atleta normodotato. Infine Mirco Chemello, reduce dal trail estremo “Tor de Geants” di Courmayeur, ha ripercorso le sue imprese e la sua continua lotta contro i limiti come quella che gli ha permesso di affrontare il record di 60 maratone di 60 giorni.

Durante la serata, l’assessore allo Sport, Franca Meneghetti e il sindaco Simone Bontorin, hanno consegnato degli attestati ad atleti particolarmente meritevoli e segnalati dalle società sportive per i loro risultati: Lorenzo Crestani, Anna Zen, Giulia Benacchio, Veronica Grisotto e Valentina Tonello.