Francesco Dalmonte è il nuovo sindaco di Pove del Grappa

Volti conosciuti e volti nuovi nella squadra di «Pove di tutti» che ha conquistato tutti e tre i seggi, ricevendo il 61,19% di preferenze.

Francesco Dalmonte è il nuovo sindaco di Pove del Grappa
Politica , 03 Giugno 2019 ore 16:30

Francesco Dalmonte è il nuovo sindaco di Pove del Grappa

Francesco Dalmonte è ufficialmente il nuovo sindaco di Pove del Grappa. Lui e la sua squadra «Pove di tutti» sono riusciti a conquistare il 61,19% dei voti dei cittadini, vincendo tutti e tre i seggi, che hanno così confermato la linea amministrativa degli ultimi dieci anni. Ma chi è Dalmonte? Nasce a Bassano del Grappa il 23 gennaio 1977, vive a Pove con la moglie e i due figli. Di professione è assistente capo della Polizia di Stato in servizio dal 1997. Dal 2014 è stato assessore ai lavori pubblici, sicurezza, viabilità e innovazioni tecnologiche e dal 2018 è stato anche assessore all’istruzione. Ora è il primo cittadino del paese della valle.

Come sono le prime sensazioni?

«Sono davvero molto contento e soddisfatto, la squadra è già al lavoro, dobbiamo chiudere alcuni progetti ed iniziarne degli altri. Ora si continua nella nostra linea».

Come è stata questa campagna elettorale?

«E’ stata una campagna elettorale lunga, iniziata molto presto, ma che fortunatamente ha sempre mantenuto dei buoni toni. Non credevo che sarebbe andata così bene, però ci speravo certo. Tuttavia quando ti trovi coinvolto nella campagna sei dentro ad un vortice in cui non hai sicurezze o punti di riferimento».

Com’è formata la nuova squadra?

«La nuova squadra è formata da volti già conosciuti della precedente amministrazione e da alcune nuove entrate. Infatti, nel consiglio ci saranno quattro figure alla prima esperienza amministrativa: Nicola Bizzotto, Silvia Fiorese, Manuela Grandesso e Fiorella Zonta».

Cosa avete in mente di portare a termine nei primi 100 giorni di amministrazione?

«Nei primi 100 giorni vogliamo utilizzare il contributo statale di 50mila euro, che investiremo totalmente nelle scuole del paese, dove andremo a sostituire completamente i serramenti, le luci al neon con quelle a led e compreremo alcune lim, ossia lavagne interattive multimediali. Inoltre, vogliamo aprire alcuni tavoli di confronto. Prima con i commercianti, tra cui ristoratori e albergatori, per riuscire a creare una squadra che lavori insieme. Poi ci dovrà essere anche un confronto con i residenti della zona bassa di Pove che hanno registrato alcune criticità legate alla parte industriale del comune. Dovremo trovare delle soluzioni assieme».

E’ spaventato per questo nuovo ruolo?

«Assolutamente no e questo grazie a tutte le persone che mi sono accanto. Posso affermare di avere l’appoggio di tre squadre: quella che abbiamo formato ora, quella dell’amministrazione degli ultimi dieci anni e poi quella formata da tutti i cittadini che mi hanno dato il loro appoggio, che mi hanno sostenuto e dato una mano».

Quando deciderete ruoli e mansioni?

«In settimana ci riuniremo e divideremo i compiti con calma, secondo le attitudini di ognuno».

Per quel che riguarda la collaborazione con Bassano del Grappa, continuerà?

«Sicuramente sì, fino ad oggi abbiamo collaborato con piacere e la stessa disponibilità la presentiamo anche al nuovo sindaco Elena Pavan».

Cosa vorrebbe aggiungere?

«Voglio ringraziare di cuore tutti i cittadini che mi hanno votato, ma anche coloro che non lo hanno fatto. Io sarò il sindaco di tutti».

Nella squadra anche il già sindaco Orio Mocellin, che ha passato con gioia il tricolore al nuovo primo cittadino. Ad accompagnarlo in giunta anche Federico Maria Bertoncello, Angelo Feninno e Armando Sonzogni.