Menu
Cerca

Elezioni 2019 Valdagno Giancarlo Acerbi si ricandida sindaco

Il primo cittadino ritroverà al proprio fianco le civiche «Scegli Valdagno» e «Valdagno guarda avanti», che lo avevano già appoggiato nel precedente turno elettorale, con l’aggiunta della nuova «Lista Civica Autonomia del Veneto Valdagno».

Elezioni 2019 Valdagno Giancarlo Acerbi si ricandida sindaco
Politica , 24 Aprile 2019 ore 17:02

Elezioni 2019 Valdagno Giancarlo Acerbi si ricandida sindaco

«Contano le persone», questo è il concetto su cui è impostata la campagna di Giancarlo Acerbi, 61 anni, ricopre la carica di sindaco dal 2014. Dopo aver riconfermato la sua candidatura alle lezioni del prossimo 26 maggio, sabato 20 aprile sono state ufficialmente presentate le quattro liste che lo sosterranno. Il primo cittadino ritroverà al proprio fianco le civiche «Scegli Valdagno» e «Valdagno guarda avanti», che lo avevano già appoggiato nel precedente turno elettorale, con l’aggiunta della nuova «Lista Civica Autonomia del Veneto Valdagno». Per quanto riguarda i partiti si riconferma inoltre l’appoggio della lista «Partito Democratico per Valdagno». In totale sono 64 i consiglieri che hanno accolto l’invito lanciato mesi fa, tra questi 28 sono donne e 36 uomini, con un’età media che si attesta attorno ai 48 anni. Accanto a volti già noti, componenti dell’attuale Giunta e diversi consiglieri di maggioranza, spazio a giovani e forze nuove. Sono infatti quasi un quarto del complessivo i candidati under 35, tra loro, spiccano i giovanissimi Umberto Corà, di appena 19 anni, ed Emma Toniolo, di 20, il titolo di senatore della coalizione spetta invece a Sergio Sandri, 77 anni, già consigliere comunale. «Sono molto soddisfatto della squadra che mi accompagnerà in questa campagna, ben distribuita sull’intero territorio comunale e rappresentativa delle diverse istanze espresse dalla nostra bella città-commenta il primo cittadino-Possiamo contare su studenti, insegnanti, imprenditori, professionisti e pensionati, tra loro c’è chi ha già alle spalle un po’ di esperienza politica e chi, invece, si candida per la prima volta. In più occasioni, parlando con le persone che ho incontrato per strada, mi è stato chiesto di dare spazio a volti nuovi e penso che ci siamo proprio riusciti. Siamo convinti che una realtà come Valdagno sia, prima di tutto, espressione di persone e noi ci mettiamo al loro servizio per il bene comune. E’ una bella squadra fuori e dentro, che non corre per i partiti, ma per la città. Il prossimo passo sarà raccontare il programma che andremo a proporre per i prossimi cinque anni, con uno sguardo a quanto di buono si è fatto negli anni passati e a quanto si è tracciato. Non abbiamo nemici, ma avversari, è nostra intenzione dunque evitare lo scontro. Comunque vada, fra cinque anni non sarò più sindaco, ma continuerò ad essere un cittadino e ad amare la mia città».