Menu
Cerca

Elezioni 2019 Tezze sul Brenta Marisca Scapin è candidato sindaco

n caso di successo sarebbe la prima donna a ricoprire questo incarico. Molto entusiasmo la circonda nonostante il simbolo della Lega non ci sia.

Elezioni 2019 Tezze sul Brenta Marisca Scapin è candidato sindaco
Politica Bassano, 20 Maggio 2019 ore 11:45

Elezioni 2019 Tezze sul Brenta Marisca Scapin è candidato sindaco

Non è un caso che le prime parole spese da Marisca Scapin, in occasione della presentazione della sua squadra, siano stati i ringraziamenti nei confronti di coloro che l’hanno supportata in questa campagna elettorale. Per lei, sposata con Massimo e madre di tre figli, il concetto di famiglia è presente anche all’interno della squadra che la sta supportando nella corsa alla carica di sindaco di Tezze sul Brenta. In caso di successo, la Scapin sarebbe la prima donna a ricoprire questo incarico. Molto entusiasmo la circonda nonostante il caso del simbolo della Lega che rimane una ferita ancora aperta: «Nonostante sia stata votata dal 90% dai militanti e simpatizzanti della sezione che cercava un volto nuovo per un candidato, la sezione provinciale della Lega ha deciso di non dare il proprio simbolo a nessuno dei candidati. Però all’ultimo minuto e senza avvisarci, i vertici hanno deciso di sostenere Pellanda che fino a poche settimane fa non faceva parte della Lega. Un tradimento in piena regola. Ora siamo al paradosso dove una militante della Lega si trova a sfidare un altro candidato della Lega».

Usa spesso la parola “Cambiamento”. Cosa intende?

«Il cambiamento che devono fare i cittadini attraverso il voto cogliendo un’importante occasione. Abbiamo una squadra giovane, competente ed entusiasta. Proponiamo volti nuovi in amministrazione, ma molto conosciuti nel territorio».

Veniamo al suo programma.

«Il nostro comune ha una addizionale Irpef tra le più alte del territorio ma i servizi non sono all’altezza. Vogliamo abbassare questa tassa che sarebbe un segnale di avvicinamento al popolo. Oltre a ciò, combatteremo affinché gli enti intercomunali abbassino le tasse a loro competenti. Creeremo un ufficio per facilitare il confronto tra cittadini e Istituzioni. Chiunque può rivolgervi e supporterà le problematiche, critiche e richieste di qualsiasi tipo».

Per gli anziani?

«Vogliamo realizzare le volontà di un ignoto benefattore che ha deciso di donare il suo appezzamento di terreno per la realizzazione di una casa di riposo. Inoltre proporremo dei soggiorni climatici per gli anziani e le famiglie. Gli anziani sono un patrimonio della nostra comunità».

Per i giovani invece?

«Cercheremo di creare ulteriori spazi. Proporremo un bonus per incentivare le attività estive, in più un contributo per l’acquisto di libri scolastici destinato agli alunni delle scuole secondarie di primo grado. Ma la novità principale è rappresentata dal “Jobs Days”, ovvero una giornata dove le aziende verranno a contatto con i i giovani in cerca di lavoro per informarli sulle varie opportunità e le esigenze del settore produttivo locale. Vogliamo ridare vita al comune attraverso manifestazioni culturali di piazza e organizzando al parco dell’amicizia con concerti, street food ed altri eventi patrocinati dalla Pro Loco».

Alle aziende?

«Vogliamo creare una rete per informare i vari bandi e agevolazioni a cui le aziende stesse possono accedere. Un modo moderno e pratico per aiutarle».

Un tema sentito è la sicurezza.

«Intendiamo istituire il “controllo del vicinato” in collaborazione con la prefettura di Vicenza, l’incremento del pattugliamento nel territorio e il completamento dell’impianto di videosorveglianza che copra l’intero territorio comunale. Controlleremo le regolarità di residenza e ci sarà lo sgombero immediato dei nomadi».

Opere pubbliche.

«Completeremo la rete ciclabile comunale e l’attuazione del progetto della pista ciclabile “Monaco-Venezia” lungo il Brenta. Vogliamo risistemare sia le scuole ma anche le nostre strade che attualmente non sono in ottimo stato».
Per chi volesse ulteriori informazioni, la Scapin incontrerà la popolazione il 20 maggio alla sala Stropparo, il 21 maggio al quartiere Sant’Antonio a Cusinati e infine il 24 maggio presso la sala Pasinato a Belvedere. Tutti gli incontri inizieranno alle 20.30.