Elezioni 2019 Mussolente Manuele Bozzetto è candidato sindaco

Il già sindaco di Nove si candida con la lista civica «Il futuro è in Comune», mettendo in campo la sua lunga esperienza.

Elezioni 2019 Mussolente Manuele Bozzetto è candidato sindaco
Politica Bassano, 26 Aprile 2019 ore 08:56

Elezioni 2019 Mussolente Manuele Bozzetto è candidato sindaco

A giocarsi la partita delle elezioni amministrative del 26 maggio a Mussolente anche Manuele Bozzetto. A luglio 57 anni, sposato con Anna, papà di Beatrice, è stato sindaco di Nove dal 2004 al 2014 e fino a pochi giorni fa era uno dei consiglieri comunali della «città della ceramica». Nel territorio misquilese Bozzetto, però, ci vive da quasi 30 anni ed è stato anche presidente del quartiere di Mussolente Est. Lavora in ambito socio-sanitario, per il servizio dipendenze dell’Ulss 7 Pedemontana, e già cinque anni fa il suo nome era stato preso in considerazione per correre alla carica di primo cittadino a Mussolente. Per questa tornata elettorale Bozzetto si candida con una civica «Il futuro è in Comune». Non si sa ancora chi lo affiancherà nella sua lista, ma per la presentazione ufficiale è solo questione di giorni.

«Ho deciso di scendere in campo motivato dal senso civico, ma si tratta anche di una scelta che è frutto della lunga esperienza già maturata in ambito politico e amministrativo».

Ed esperienza è proprio una delle cinque parole chiave della sua campagna elettorale, assieme a competenze, condivisione, dialogo e soprattutto ascolto.

«Siamo pronti a costruire assieme ai cittadini quello che sarà il futuro di Mussolente per i prossimi cinque anni» dice l’aspirante sindaco. «Il confronto con le persone che vivono il paese è indispensabile e noi vogliamo conoscere le loro opinioni e capire quali sono le loro richieste e i loro bisogni».

E proprio per dare ascolto a idee e proposte dei cittadini che la sede della lista di Bozzetto inaugurata sabato scorso (in via Papa Giovanni XXIII a Casoni, nei locali messi a disposizione gratuitamente da Virgilio Alberton) è aperta ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 20 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 21.

«Qui ci sarà sempre qualcuno del nostro gruppo pronto ad accogliere i cittadini e le loro istanze. E questa attenzione caratterizzerà anche il nostro modo di fare politica in futuro. Sindaco e amministratori devono essere sempre disponibili ad ascoltare e a rispondere alle persone. Deve essere, però, una disponibilità costante e diretta».

Tra i suoi impegni, infatti, vi è anche quello di rivedere tutto ciò che riguarda l’accessibilità del Comune da parte dei cittadini. Orari di ricevimento degli uffici più ampi, una gestione degli appuntamenti con il sindaco e con il resto della giunta più vicina alla gente, un sito internet più chiaro e intuitivo, meno contatti via mail e più incontri di persona sono solo alcune delle novità che Bozzetto ha intenzione di introdurre se verrà eletto.

«Vogliamo istituire delle commissioni comunali per aree tematiche formate anche dai cittadini, che potranno così avere un ruolo attivo consigliando l’amministrazione e presentando i loro suggerimenti. Per alcune questioni ci affideremo, invece, a dei professionisti esterni in modo da avere un servizio di consulenza efficace e puntuale. Non abbiamo la presunzione di sapere tutto su qualsiasi argomento e perciò crediamo sia importante il contributo di esperti in certi ambiti, soprattutto quando si parla di progetti da presentare per ottenere finanziamenti da Europa, Stato o Regione».

Un’altra novità che Bozzetto vorrebbe introdurre, poi, è l’apertura di uno sportello lavoro sviluppando le relazioni tra Amministrazione e aziende del territorio e valorizzando le professionalità misquilesi. Anche la questione ambientale sarà tra le sue priorità con «un censimento degli edifici dismessi e un progetto di riconversione». Idee chiare anche su ciò che riguarda la gestione degli impianti sportivi comunali.

«È necessario un cambio di rotta rispetto a ciò che è stato finora» afferma Bozzetto. «Questa struttura deve diventare un centro di aggregazione per Mussolente con un’offerta rivolta sia ad adulti che giovani e bambini. Deve essere in grado di attrarre anche persone da fuori Comune, mentre ora sono proprio i misquilesi ad uscire dal paese per frequentare altri impianti. Rispetto quello che è stato fatto finora per favorire l’inclusione sociale di persone svantaggiate, ma non condivido il modo e il contesto in cui è stato fatto».

Bozzetto, infine, conferma anche il suo appoggio al mondo dell’associazionismo:

«Voglio rassicurare chi si sta già preoccupando. Non abbiamo in programma di togliere il supporto del Comune alle associazioni del paese, ma piuttosto di qualificarlo».

In questi giorni la sua lista ha fatto avere ai cittadini anche una sorta di questionario attraverso il quale si possono indicare i temi prioritari da affrontare in futuro. Sicurezza, viabilità, illuminazione e manutenzione pubblica e terza età sono alcuni degli argomenti sui quali la gente può esprimere il proprio parere sia per quanto riguarda Mussolente che Casoni.

«Ci impegneremo e investiremo in ugual misura sia per il centro che per la frazione» sottolinea Bozzetto, anticipando che a breve verrà aperta una sede della lista anche nel «capoluogo» negli spazi messi a disposizione (sempre gratuitamente) da Daniele Zonta.