Elezioni 2019 Montecchio Precalcino Fabrizio Parisotto si ricandida sindaco

L’attuale primo cittadino in carica del gruppo «L’Astego» ha finalmente deciso di uscire allo scoperto e tentare di fare il bis.

Elezioni 2019 Montecchio Precalcino Fabrizio Parisotto si ricandida sindaco
Politica Thiene e Valdastico, 25 Aprile 2019 ore 10:43

Elezioni 2019 Montecchio Precalcino Fabrizio Parisotto si ricandida sindaco

Fabrizio Parisotto ci riprova. Dopo aver dipanato una serie di dubbi e aver condotto un’attenta analisi familiare e lavorativa, l’attuale sindaco in carica del gruppo «L’Astego» ha finalmente deciso di uscire allo scoperto e tentare di fare il bis. Per ora Parisotto è l’unico candidato alla poltrona montecchiese; dall’opposizione tutto tace per il momento, ma non si sa mai che i giorni a venire riservino al paese qualche sorpresa.

Fabrizio, come mai ha deciso di rinnovare il suo impegno per Montecchio?

«Il motivo principale risiede nell’intenzione di portare avanti ciò che ho iniziato 5 anni fa. Sono felice del percorso che la mia squadra ed io abbiamo deciso di intraprendere e desidero continua re su questa linea, conscio del fatto che, tempi e bilancio permettendo, posso sicuramente fare di meglio».

Qual è stato l’obiettivo principale di tutte le opere e i progetti messi a segno in questo mandato?

«Sicuramente lo scopo più importante, che spero di aver raggiunto, è stato quello di tenere alta la qualità della vita del mio paese e dei miei cittadini. Sono soddisfatto perché con il gruppo abbiamo portato avanti un lavoro che ha riguardato sia le opere e le manutenzioni pubbliche, sia l’aspetto assistenziale e la qualità dei servizi erogati alla cittadinanza, senza mai trascurare un aspetto per seguirne un altro. Abbiamo dispiegato forze e impegno per seguire ogni singolo aspetto della vita comunitaria, cercando di essere sempre accorti e presenti per tutti e di mettere al centro dei nostri interessi il cittadino come persona che ha biasogno di un’amministrazione solida, che sappia ascoltare i suoi bisogni e risolvere i disservizi».

Dunque è soddisfatto di ciò che è stato compiuto dal 2014 ad oggi?

«Certo. Lo sono ma con la consapevolezza che c’è sempre qualcosa da migliorare. Uno dei progetti che abbiamo in cantiere riguarda i nostri giovani, con la predisposizione di un’aula studio attrezzata di internet e stampante che verrà realizzata nell’area del Palazzon recentemente restaurata. In più sono orgoglioso che il comune di Montecchio sia entrato a far parte come socio della “Fondazione Villa Forni Cerato”, la cui delibera di adesione è stata emanata proprio durante il consiglio comunale del 1 aprile scorso. Mi sento onorato di aver assistito in qualità di sindaco alla rinascita di questa villa Palladiana per troppo tempo rimasta nell’ombra. In più vorrei completare l’opera di efficientamento energetico dei punti luce del paese, e tanto altro ancora».

Per quanto riguarda i nomi dei candidati consiglieri e il testo del programma, quando verranno svelati?

«Tutto top secret per ora. Posso dire però che il programma è in fase di ultimazione, stiamo solo limando le ultime cose. Quello proposto nel 2014 è stato completato al 95%, puntiamo di fare lo stesso anche con il prossimo, se verremo rieletti. Sul tema nomi, posso dire che gran parte della squadra è stata riconfermata, ci sono molti volti nuovi e ben amalgamati. L’idea è di schierare sei donne e sei uomini, perché ci sia equità e varietà di pensiero. Sono persone che abbiamo accuratamente scelto in base alle loro capacità, perché penso sia importante che ognuna di loro possa dare il proprio contributo per il bene del paese. La competenza prima di tutto, è questa che fa la differenza e permette di svolgere al meglio il proprio lavoro».