Cultura

"Terrachiama biodiversità e prosperità"

Mercoledì 10 aprile saranno ospiti dell'evento la dott.ssa Vandana Shiva e il dott. Salvatore Ceccarelli.

"Terrachiama biodiversità e prosperità"
Cultura Bassano, 08 Aprile 2019 ore 12:29

"Terrachiama biodiversità e prosperità"

La salute della Terra e la salute delle Persone sono una cosa sola. Possiamo continuare a camminare come sonnambuli verso l'estinzione o possiamo divenire consapevoli delle nostre potenzialità e di quelle del Pianeta. Le alternative esistono e si basano sulla rigenerazione dei suoli tramite l’agroecologia, la salvaguardia della biodiversità, la promozione della filiera corta e di sistemi alimentari a km 0. La salute, a partire da quella del suolo, delle piante, degli animali e degli umani deve essere il principio organizzatore nonché il fine dell'agricoltura, del commercio, della scienza, della nostra vita intera. Possiamo risvegliare le nostre energie creative e reclamare il nostro futuro come specie e come parti della famiglia della Terra.

Il Coordinamento Terrachiama e Villa Angaran - S. Giuseppe con il contributo del Comune di Bassano del Grappa ed il patrocinio della Città di Bassano del Grappa propongono l’evento denominato “TERRACHIAMA BIODIVERSITÀ È PROSPERITÀ” che avrà il suo culmine mercoledì 10 aprile 2019 a Bassano del Grappa, quando verrà ospitata la dott.ssa Vandana Shiva - presidente di Navdanya International e il dott. Salvatore Ceccarelli - genetista ed ecologista. L'evento si svolgerà nella palestra dell'Istituto Parolini, in via Bortolo Sacchi, 19.

L'obiettivo

"Vogliamo inviare un invito all'attenzione e al rispetto del nostro destino evolutivo, che abbiamo abbandonato da tempo. In meno di trent'anni la nostra regione è passata da retrovia agricola a “locomotiva produttiva” d'Italia. Si è parlato fino a pochissimo tempo fa di miracolo Veneto: ora questa regione viene segnalata come una tra le più inquinate d'Europa e del Mondo, oltre ad essere un territorio nel quale si ha il più più alto tasso di consumo di suolo d'Italia e tra i più alti del Pianeta. Siamo ancora in tempo per salvare la bellezza e la fertilità rimaste? Siamo certi che è un compito che non può essere svolto da pochi contadini resistenti o da qualche impresa illuminata, che pure c'è. La chiave è nella consapevolezza scientifica libera, nel riconoscimento della biodiversità, nella rigenerazione di Comunità attraverso la ricostruzione del dialogo e della solidarietà con la componente di gran lunga più decisiva: i cosiddetti e mal definiti “consumatori” (è urgente liberarci di questa etichetta orribile!) A tutti Voi che confidate nella terra, nell'acqua, nell'aria, nei boschi e in tutti i Viventi: vi invitiamo ad una nuova visione, alla rigenerazione della nostra terra veneta, nel riconoscimento del valore primario ed inestinguibile della libertà della vita. Siamo certi che Voi arricchirete la nostra speranza e saprete aggiungere la Vostra energia agli sforzi che ci troviamo ad affrontare per generare un futuro in armonia con il Luogo al quale apparteniamo".