Cultura

Presentata la nuova stagione di prosa 2019-2020 di Lonigo

Ci sono tutti i generi teatrali nel cartellone.

Presentata la nuova stagione di prosa 2019-2020 di Lonigo
Cultura , 27 Giugno 2019 ore 15:08

Presentata la nuova stagione di prosa 2019-2020 di Lonigo

Ci sono tutti i generi teatrali nel cartellone della nuova stagione di prosa 2019-2020 del teatro Comunale di Lonigo, presentata qualche giorno fa alla stampa (con campagna abbonamenti che inizierà il 12 settembre prossimo). Nello splendido spazio leoniceno si alterneranno inoltre attori e opere tra le più interessanti del panorama teatrale italiano, a cominciare dal debutto, che avverrà il 6 novembre con un’anteprima regionale. Si tratta di un classico.

“Un tram che si chiama desiderio” di Tennessee Williams, per la regia di Pier Luigi Pizzi, con Mariangela D’Abbraccio e Giulio Corso,spietato capolavoro sull’ipocrisia dei pregiudizi, mentre il secondo appuntamento sarà con “Che disastro di commedia”, con un gruppo di giovani e bravi attori tra cui Valerio Di Benedetto, Alessandro Marverti, Yaser Mohamed ,diretti da Mark Bell che ci introdurranno teatralmente… nel teatro. E’ la storia di una compagnia che vuole mettere in scena uno spettacolo ambizioso, ma con diverse insidie, con tutto quel che ne deriva. Il 7 dicembre invece arriveranno sul palcoscenico di Lonigo Anna Maria Guarnieri e Giulia Lazzarini, in un allestimento di “Arsenico e vecchi merletti” per la regia di Geppy Gleijeses, altro classico inarrestabile, tratto dal film di Frank Capra. Dopo due grande attrici,il 21 gennaio 2020, due grandi attori, Franco Branciaroli e Roberto Herlitzka, in “Falstaff e il suo Servo”, tratto dai testi di Shakespeare e adattato da Antonio Calenda (anche regista) e Nicola Fano.

Sono gli ultimi giorni di Falstaff che assieme al suo Servo evocherà il proprio vissuto tra le allegre comari e altre storie. Nel cast troviamo l’ottima Valentina Violo. Nel cinquantesimo anniversario dalla sua nascita, ci sarà anche “Mistero Buffo” di Dario Fo, con Mario Pirovano, il 15 febbraio, testo che ha dato una svolta al teatro italiano e al suo linguaggio. Si pensi che fino ad oggi sono più di 5000 gli allestimenti messi in scena per questa divertente commedia gramelot, che tanta soddisfazione ha dato al Nobel per la letteratura. A seguire, Lello Arena in “Parenti e serpenti”, commedia tratta dal film di Monicelli, proprio sulle corde del comico napoletano, che arriverà a Lonigo il 5 marzo del nuovo anno. Penultimo appuntamento il 18 marzo con un altro gradito ritorno sulla scena teatrale, quello di Marisa Laurito che, assieme a Charlie Cannon presenterà “Sud and South”, concerto spettacolo dedicato alla bellezza e a tutti i sentimenti che il sud di tutto il mondo emana, in un miscuglio di energia contagiosa e garanzia di divertimento. Chiuderà la stagione, il 18 aprile, “Il giardino dei ciliegi” di Anton Cechov, per la regia di Alessandro Serra, con Sardegna Teatro e l’interpretazione tra gli altri di una sempre splendida Valentina Sperlì, testo dall’atmosfera rarefatta composta di dramma tragico e commedia.

Il resto del programma, che prevede anche fuori abbonamento, cartellone per le scuole, il Festival Generazione Teatro e il Marzo Musicale Leoniceno sarà annunciato a settembre (www.teatrodilonigo.it).

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter