Nuovi arrivi al Museo Bonfanti - Vimar di Romano d'Ezzelino

Presente una Delage del 1911, donata dal figlio di uno dei primissimi soci dell’allora neonato Circolo Veneto Automoto d’Epoca (1961), oggi il secondo club esistente in Italia per anzianità.

Nuovi arrivi al Museo Bonfanti - Vimar di Romano d'Ezzelino
Cultura Bassano, 18 Giugno 2019 ore 19:30

Nuovi arrivi al Museo Bonfanti - Vimar di Romano d'Ezzelino

Il Museo è in riordino, molte cose sono cambiate, giusto per dare un giro al capace magazzino. Ma fra tutte c’è un pezzo veramente unico, che da solo merita una visita. Si tratta di una DELAGE del 1911, donata   dal figlio di uno dei primissimi soci dell’allora neonato Circolo Veneto Automoto d’Epoca (1961), oggi il secondo club esistente in Italia per anzianità.

La DELAGE venne fondata nel 1905 e montava inizialmente motori De Dion & Bouton, i più diffusi dell’epoca. A partire dal 1909 tutta la produzione era dotata di motori prodotti in proprio, così come quasi tutte le carrozzerie, inaugurando fra i primi la produzione completa dell’auto. Infatti, chi voleva una Delage carrozzata dal proprio artigiano di fiducia, acquistava solo lo chassis nudo e completo di tutti gli organi meccanici. In sostanza quello che era prassi ordinaria per tutte le Case, per la Delage era l'eccezione.
Nel nuovo stabilimento di Courbevoie l’attività proseguiva con successo, costruendo anche velocissime auto da competizione, fino a vincere nel 1927 il Campionato del Mondo Grand Prix  (le Formula 1 attuali ).
La vettura esposta è una Model T con carrozzeria spider due posti, con motore 4 cilindri monoblocco di soli 1.328 cc. e con potenza di 13 cavalli, per una velocità massima di 55 chilometri all’ora.

Un piccolo gioiello verde chiaro, con ruote a raggi di legno , parafanghi neri e fanali illuminati ad acetilene, allora quanto di meglio si poteva avere.