Menu
Cerca

La Partita a Scacchi di Marostica, origine e prospettive

Venerdì 8 novembre la presentazione del libro del ricercatore Giovanni Parise dedicato all’inventore della rievocazione Francesco Pozza e un convegno con storici e operatori. In attesa della nuova edizione della Partita, in programma l’11, 12 e 13 settembre 2020.

La Partita a Scacchi di Marostica, origine e prospettive
Cultura Bassano, 05 Novembre 2019 ore 16:30

La Partita a Scacchi di Marostica, origine e prospettive

 In occasione del quarantesimo anniversario della morte del prof. Francesco Pozza, che per la prima volta, il 2 settembre 1923, ebbe l’intuizione di mettere in scena sulla piazza della Città Scaligera uno spettacolo scacchistico in costumi d’epoca medievale, il ricercatore marosticense Giovanni Parise firma l’opera La Partita a Scacchi di Marostica: origini, storia, leggenda, sviluppi e prospettive future. La pubblicazione contiene gli scritti inediti di Francesco Pozza concernenti la manifestazione, usciti dal suo finora inesplorato archivio personale, che permettono di conoscere come nacque l’originale idea e come si concretizzò. L’opera inoltre ripercorre la mirabile evoluzione che il biennale evento marosticense ha conosciuto e continua a conoscere, grazie all’impegno costante di molti. Al volume viene allegata anche la riedizione anastatica di Bernardino Frescura, pubblicato in occasione della prima Partita Marostica, pagine di memorie e di ideali. Numero Unico a ricordo della prima partita a scacchi, Marostica 2 settembre 1923, Genova 1923”.

La presentazione delle due opere diventa l’occasione, venerdì 8 novembre (ore 17.30), per un incontro al Castello Inferiore di Marostica che esplora origini e prospettive della rievocazione, con il contributo di amministratori, storici, operatori e organizzatori, in vista della preparazione di una nuova, attesa edizione della Partita a Scacchi, prevista per l’11, 12 e 13 settembre 2020 (apertura delle prevendite per lo spettacolo a breve!).

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Marostica Matteo Mozzo, del presidente del Consiglio Regionale del Veneto Roberto Ciambetti ed il messaggio del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, sono previsti  gli interventi di Giovanni Parise, autore e curatore del progetto, sul tema “In memoria del prof. Francesco Pozza nel 40° della morte”; dello storico Piero Casentini, in “La Partita a Scacchi di Marostica: l’interpretazione del mito della Serenissima attraverso l’invenzione di una tradizione, alla luce dell’archivio del prof. Pozza”; di Simone Bucco, presidente di Associazione Pro Marostica, in “La Partita a Scacchi di Marostica fra passato, presente e futuro”; di Giorgio Bonotto, presidente del Circolo Scacchistico “Città di Marostica”, in “Il Circolo Scacchistico e Marostica città degli scacchi: storia e prospettive”. L’incontro sarà moderato da Serenella Zen, esperta in conservazione e promozione patrimonio culturale.

A conclusione dell’incontro, poi, la famiglia Pozza consegnerà alla Città l’archivio personale di Francesco Pozza riguardante la Partita a Scacchi.

Non possiamo che ringraziare Giovanni Parise per l’attenzione riservata alla storia della Città e alla nostra manifestazione più celebre e per la sua puntuale attività di ricerca” dichiara il sindaco di Marostica Matteo Mozzo “In particolare, la consegna dell’archivio di Francesco Pozza alla Città, del quale si è fatto promotore, è un dono immenso per la comunità che custodiremo con cura”.

Alla vigilia di una nuova edizione della Partita a Scacchi, abbiamo accolto con soddisfazione l’opera di Giovanni Parise che getta nuova luce sulle origini della rievocazione” commenta il presidente di Pro Marostica Simone Bucco “Il nostro compito, non solo di organizzatori e promotori ma anche di custodi di questo immenso patrimonio materiale ed immateriale, è di valorizzare la tradizione attraverso gli strumenti contemporanei che oggi abbiamo a disposizione. La conoscenza approfondita delle intenzioni di chi ha immaginato in origine questo evento ci guiderà nel lavoro di conservazione ma anche di giusto rinnovamento dello spettacolo”.

“Come marosticense, sentivo il dovere di ricordare il prof. Pozza a quarant’anni dalla morte, sia per il suo impegno internazionale nel campo scolastico, sia per l’invenzione della nostra partita a scacchi, quasi cent’anni fa”, afferma Giovanni Parise“così ringrazio la famiglia dell’illustre Preside, l’Amministrazione Comunale, la Pro Marostica ed il Circolo Scacchistico per aver sostenuto il mio progetto che vorrebbe presentare il secolo di storia del celeberrimo spettacolo della Città, con l’impegno di tutelarlo e promuoverlo ulteriormente. In questo senso, credo che l’incontro di presentazione sarà la sede per stimolanti riflessioni”.

La presentazione è realizzata con il patrocinio della Città di Marostica e in collaborazione con Associazione Pro Marostica, Circolo Scacchistico “Città di Marostica” e Associazione Rinnovamento della Tradizione. L’ingresso è libero.