"Buongiorno Ingegnere" di Maurizio Pini letto da Lino Fontis

L'evento si terrà venerdì 24 maggio, alle 20.30 a Pianezze, in sala Monsignor Lorenzon del Centro Polifunzionale.

"Buongiorno Ingegnere" di Maurizio Pini letto da Lino Fontis
Cultura Bassano, 17 Maggio 2019 ore 15:09

"Buongiorno Ingegnere" di Maurizio Pini letto da Lino Fontis

L'appuntamento richiama l'emigrazione, tema molto attuale e purtroppo tragico se guardiamo ai massicci esodi di questi anni, di gente costretta ad andarsene  dalle proprie terre per diversi motivi. Quello di venerdì 24 maggio, alle 20.30 a Pianezze, in sala Monsignor Lorenzon del Centro Polifunzionale è una storia di perseveranza e riscatto, quando ad emigrare eravamo noi italiani. Il Laboratorio di scrittura di Alessandro Zaltron presenta il libro "Buongiorno Ingegnere" di Maurizio Pini, edito dalla casa editrice bassanese Level82 Publishing, e saranno letti anche alcuni brani dal regista-attore Lino Fontis, con interventi dello stesso autore e di Alessandro Zaltron, mentre a moderare la serata sarà Francesca Marchetto.

L'appuntamento è a cura del Comune di Pianezze e della Biblioteca Civica che lo patrocinano. Maurizio Pini è di origine abruzzese, figlio di contadini di quella terra emigrati in Svizzera, e racconta di una vita tra le righe e tra mille memorie personali e collettive di spostamenti e vicissitudini di moltissimi italiani in contesti territoriali dove i sogni e le speranze di ciascuno, di Pini nello specifico di questo libro, prendevano forma e venivano inseguiti con determinazione e grande volontà, in anni difficili. Maurizio Pini nel corso degli anni è riuscito a diventare manager di grandi aziende vicentine, ma nelle pagine escono momenti e interrogativi che riportano a quelle origini, alla ricerca di opportunità. Il libro ha già solcato il territorio nazionale e non solo, in Belgio infatti la comunità araba ne richiede a gran voce una traduzione, e anche in Marocco è stato molto apprezzato. Come detto, a leggere brani del libro sarà Lino Fontis, esponente di primissimo piano del teatro di ricerca nell'avanguardia romana, insieme a Carmelo Bene, negli anni Settanta, poi attore, regista, pittore, persino cantante, un artista completo e dotata di una sensibiilità profonda, e di un talento puro che lo ha portato a calcare importanti palcoscenici. Nel 1981 fu anche il protagonista di alcuni laboratori teatrali a Bassano per due corsi distinti di allievi, organizzato dal Comune e dal compianto assessore Pierdomenico Bonomo, mettendo in scena due spettacoli, "Alice nel paese delle meraviglie" e "Proviamo a far teatro", che rimangono nella storia culturale della città. Un appuntamento dunque da non perdere, quello con Maurizio Pini e il suo libro, e con appunto Lino Fontis, Alessandro Zaltron e Francesca Marchetto, e il Laboratorio di scrittura di Zaltron, altra realtà interessantissima di cui sentiremo molto parlare.L'ingresso è libero.