Menu
Cerca

Autunno musicale a Marostica: Il Prete Rosso

Concerto di apertura della rassegna dedicato alla Città di Marostica.

Autunno musicale a Marostica: Il Prete Rosso
Cultura Bassano, 19 Settembre 2019 ore 12:00

Autunno musicale a Marostica: Il Prete Rosso

La 40^ edizione della rassegna “Autunno musicale a Marostica”, firmata dalla direzione artistica di Albano Berton Michele Geremia, inaugura domenica 22 settembre con un concerto dedicato alla Città di Marostica in programma alle ore 18.00 nella Chiesa di Sant’Antonio Abate.

Il concerto di musiche di Antonio Vivaldi (soprannominato “Il Prete Rosso”, come sottolinea il titolo dell’evento, perché era sacerdote e per il colore dei capelli) verrà eseguito dal soprano Martina Zaccarin e il mezzosoprano Maria Zalloni, insieme al coro I Cantori di Marostica e l’Ensemble Seconda Prattica, diretti dal M° Michele Geremia (clavicembalo e direzione).

 

Il programma prevede il concerto in re maggiore per tromba e oboe RV 781, Nisi Dominus RV 608, Ostro Picta, armata spina RV 642 e il Gloria in re maggiore RV 589, una delle opere più note del grande compositore veneziano.

 

Il soprano Martina Zaccarin nel 2008 si diploma in canto presso il Conservatorio di Venezia con S. Da Ros. Molto presto inizia il suo interesse per il canto barocco che coltiva con importanti corsi di perfezionamento che la portano a studiare canto barocco con il soprano A. Galante; nel 2011, presso il Conservatorio di Vicenza ha conseguito il diploma di secondo livello in Canto rinascimentale e barocco nella classe di P. Vaccari e G. Banditelli. Nel settembre del 2009 partecipa ad una produzione sulla policoralità monteverdiana diretta da R. Gini. Partecipa, nel 2010 al laboratorio orchestrale e corale Villa Contarini organizzato dal consorzio dei conservatori del Veneto e ai concerti finali sotto la direzione di R. Goodmann. Nel maggio 2011, ha cantato alcune selezioni tratte dall’opera L’incoronazione di Poppea di C. Monteverdi. Canta regolarmente con la Cappella Altoliventina diretta dal M° S. Bergamo. Nell’estate 2012 partecipa a due importanti produzioni nell’ambito del Ravenna Festival: The Planets di G. Holst diretta da D. R. Davies e Sancta Susanna di P. Hindemith diretta da R. Muti. Nel 2014 con l’ensemble Arco Antiqua esegue in prima assoluta la messa L’homme Armè di G. Faugues; nel 2015 per “Ravenna Festival” canta il Te Deum e il Dies Irae di G. B. Lully diretta da E. Sartori. Ha inciso per diverse case discografiche quali Classic Voice, Dynamic, Bottega Discantica, In duo con il liutista Luciano Russo, si esibisce presentando programmi di musica rinascimentale e del primo barocco. Dal 2012 insegna canto presso l’Istituto Musicale “G. F. Malipiero” di Asolo.

Il mezzo soprano Maria Zalloni inizia il suo percorso musicale studiando pianoforte, violino e canto. Debutta giovanissima, cantando come voce bianca nelle rappresentazioni teatrali Die ZauberflötePagliacci, Cavalleria rusticana, Macbeth Carmen, e successivamente nelle opere Così fan tutte, Don Giovanni, Suor Angelica Santa Susanna. Si è specializzata nel repertorio antico e barocco con: P. Vaccari, C. Ansermet, L. Bertotti, S. Mingardo, P. Phillips e V. Genaux. Dal 2010 si perfeziona con il M. F. Opa Cordeiro. Ha collaborato all’incisione dei dischi ‘Laude’, ‘Lux fulgebit hodie’, ‘Da Venezia a Varsavia’. Nel 2014 ha collaborato come solista all’incisione del disco ‘Porpora. Alle figlie del coro’ per la nota casa discografica Brilliant Classics. Si è esibita in Italia, Francia e Germania, sotto la direzione di eccellenti direttori riconosciuti a livello mondiale tra cui: P. Maag, G. Andretta, G. Rebeschini, M. Berrini, G. Leonhardt, F. Bernius, D. Renzetti, M. Radulescu, J. Hofmann, H. Shelley, C. Hogwood, P. Phillips, D. R. Davies e R. Muti.

Prossimo appuntamento: domenica 29 settembre, alla Chiesetta San Marco, il Variabile Ensemble (Claudia Lapolla, violino, Giovanni D’Aprile, corno, Nicola Santochirico, tromba, Giampaolo Stuani, pianoforte) propone musiche “Da Brahms a Ewazen”.  

L’Autunno Musicale a Marostica è realizzato in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e con il sostegno della Fondazione Banca Popolare di Marostica – Volksbank e di numerose aziende del territorio, associazioni benemerite e privati cittadini.

L’ingresso ai concerti (tutti alle ore 18.00) è libero, ma saranno proposte delle libere offerte per sostenere l’attività del coro e la realizzazione del volume monografico “La Chiesa e l’Oratorio dei Carmini” e una guida storico-artistica, in occasione del 400° anniversario dalla fondazione della chiesa (progetto “Carmini 1619-2019”).