Zen non molla. Parte la richiesta al Comune

Si chiedono nuovi archetti per la protezione dei pedoni.

Zen non molla. Parte la richiesta al Comune
Bassano, 05 Aprile 2019 ore 09:39

Zen non molla. Parte la richiesta al Comune

Il dirigente scolastico del liceo classico "G. B. Brocchi" Giovanni Zen qualche tempo fa aveva messo in luce gli errori di asfaltatura in Largo Parolini, che non garantiscono la sicurezza degli alunni. Questo perché l'asfaltatura azzera la differenza tra piano stradale e piano del marciapiede. Pertanto il dirigente ha inviato una lettera al Comune di Bassano del Grappa per la richiesta di archetti di protezione. Ora si attende la risposta.

Richiesta al Comune degli Archetti

"Gent.mi, come penso sia noto, il rifacimento del manto stradale in via Parolini ha prodotto, come conseguente, il peggioramento delle condizioni di sicurezza per i pedoni, in particolare per gli studenti del Liceo Brocchi che ogni giorno sono costretti a percorrere questa strada per raggiungere le sedi della scuola. Il differenziale tra piano stradale e livello del marciapiede, infatti, si è ulteriormente assottigliato, se non, addirittura, è scomparso, rendendo impossibile qualsiasi riparo. Chiedo, pertanto, la cortesia della Amministrazione Comunale, che già in passato si è dimostrata sensibile ed ha accolto la nostra sollecitazione con la messa in opera di archetti di protezione in viale XI Febbraio e nella prima parte di Via Parolini, per il completamento della messa in sicurezza della stessa via, sino al semaforo di fronte a Pengo. Come si sa, prevenire è sempre meglio di curare. Ma ciò che stupisce e sconcerta è che gli operatori ed i tecnici non si siano accorti, durante i lavori, della situazione di pericolo che andavano ulteriormente a creare, non garantendo un benché minimo di sicurezza per i pedoni".