Menu
Cerca

Zaia inaugura i nuovi impianti di Latterie Vicentine

Il taglio del nastro è stato affidato all’Onorevole Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto e ad Alessandro Mocellin, Presidente della cooperativa vicentina e al Sindaco di Bressanvido Giuseppe Bortolan.

Zaia inaugura i nuovi impianti di Latterie Vicentine
Vicenza, 19 Aprile 2019 ore 15:40

Zaia inaugura i nuovi impianti di Latterie Vicentine

Latterie Vicentine, primo produttore nazionale di formaggio Asiago DOP, venerdì 19 aprile 2019 nella propria sede in via San Benedetto a Bressanvido (VI) ha inaugurato i nuovi impianti di ricevimento del latte e concentrazione del siero e l’installazione di numerosi pannelli fotovoltaici posizionati sul tetto dell’azienda. Il taglio del nastro è stato affidato all’Onorevole Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto e ad Alessandro Mocellin, Presidente della cooperativa vicentina e al Sindaco di Bressanvido Giuseppe Bortolan.

Latterie Vicentine continua a investire nel rispetto dei propri valori fondativi: la cura del territorio e dell’ambiente, l’alta qualità dei prodotti e la sicurezza alimentare. In quest’ottica sono state realizzate opere che puntano alla riduzione dell’impatto ambientale dei processi produttivi e garantiscono la tracciabilità dell’intera filiera: un investimento pari a circa 4 milioni di euro.

Il primo intervento riguarda la creazione di un innovativo impianto di ricevimento del latte destinato alla lavorazione in caseificio, al fine di ottimizzarne lo stoccaggio. Sono state predisposte due nuove corsie per lo scarico del latte e una per il ricevimento del latte biologico. L’intero stabilimento è gestito da un software che monitora la materia prima in tutte le fasi di trasformazione del processo produttivo, a garanzia di un prodotto completamente tracciabile e sicuro.

Inoltre, è stata creata un’unica area attrezzata per il lavaggio di autobotti, serbatoi e di tutta l’impiantistica del caseificio: l’acqua potabile usata nel risciacquo finale di ogni lavaggio viene così recuperata per essere riutilizzata in quello successivo con un risparmio idrico di 100mc al giorno.

Il secondo importante intervento consiste nella realizzazione del nuovo impianto di concentrazione del siero del latte. Durante le fasi di raffreddamento del siero, grazie allo scambio termico, l’acqua usata si riscalda e attraverso un circuito chiuso viene riutilizzata per scaldare il latte prima del processo di pastorizzazione. Questo meccanismo ottimizza al massimo l’energia termica e genera un risparmio quotidiano di circa 250mc d’acqua potabile. L’innovativa tecnica di microfiltrazione a freddo del siero, ottenuta tramite apposite membrane, comporta un ulteriore risparmio idrico di 150mc giornalieri: l’acqua prodotta viene riutilizzata per il lavaggio dell’impianto e nei generatori di vapore.

Di particolare rilievo l’installazione, sul tetto del caseificio, di 2390 moduli fotovoltaici, la cui produzione può arrivare giornalmente a 4200 KW, completamente destinati all’autoconsumo, che riducono drasticamente l’impatto ambientale di tutta l’azienda.

Il commento di Alessandro Mocellin, Presidente della cooperativa vicentina

“Un’azienda che investe in impianti altamente tecnologici è un’azienda che sta al passo con i tempi – dichiara Mocellin – Ci aspettiamo in primis ottimi risultati in termini di risparmio ed efficienza. Per noi è stata sicuramente un’operazione importante che rientra in un preciso percorso rivolto alla sostenibilità ambientale, al risparmio energetico e al potenziamento della tracciabilità degli stabilimenti produttivi. Oggi, scelte consapevoli e doverose: un vantaggio per il consumatore, che chiede trasparenza e sicurezza e una tutela ulteriore per il nostro ambiente tanto caro ai nostri soci. Il nostro obiettivo principe rimane performare al meglio per sostenere e tutelare la nostra base sociale, il cuore pulsante di Latterie Vicentine. Ringrazio la Regione Veneto per il sostegno offerto con il Piano di Sviluppo Rurale che ha contribuito per il 20% sugli investimenti che abbiamo sostenuto  Un ringraziamento va inoltre agli istituti di credito che ci hanno sostenuto, credendo nel nostro progetto, e le varie ditte che con grande professionalità hanno permesso la realizzazione dell’opera in tempi celeri.”

L’intervento del governatore Luca Zaia chiude l’evento di questa mattina

“E’ sempre motivo di orgoglio partecipare all’ennesimo traguardo di un’eccellenza del nostro territorio. Abbiamo bisogno di aziende che investono per migliorare sempre di più la qualità, in particolare nel mondo agroalimentare. Ricordo alcuni numeri importanti: 400 soci, 3500 quintali di latte lavorati ogni giorno, oltre 400 mila forme di Asiago Fresco DOP, 4 forme su 10 provengono da questi stabilimenti, decisamente un primato per la nostra Regione. Siamo di fronte a un modo di fare cooperativa trasparente, un punto di riferimento per il comparto agricolo che definirei un mondo identitario per la nostra Regione, prima in Italia per il turismo, ambito nel quale l’agricoltura gioco un ruolo fondamentale. Ricordiamoci che l’agricoltore è il primo consumatore, pertanto diventa il garante per la sicurezza dei nostri prodotti. Prodotti che vanno valorizzati e tutelati in particolare se pensiamo alle DOP dei formaggi come l’Asiago e il Grana Padano”.