Vicenza

Vicino di casa ubriaco infastidisce i condomini che chiamano la Polizia, poi si scaglia contro gli agenti

Ogni tentativo fatto per calmare il cittadino otteneva l’effetto contrario, al punto di richiedere l’intervento dei sanitari del Suem

Vicino di casa ubriaco infastidisce i condomini che chiamano la Polizia, poi si scaglia contro gli agenti
Pubblicato:

Un cittadino di Vicenza è stato accompagnato per dei controlli al pronto soccorso dopo che diversi condomini hanno segnalato alcuni suoi atteggiamenti sopra le righe e decisamente poco usuali per lui: visibilmente alterato dall'alcol, dopo l'arrivo della Polizia, ha inveito ferocemente anche contro gli agenti.

Vicino di casa ubriaco infastidisce i condomini

Una serata alquanto movimentata per i residenti di Via Medici, a Vicenza, quella di ieri 19 marzo 2024: attorno alle 21 non si sentiva altro che un vicino di casa intento ad urlare a squarciagola ed inveire contro i passanti. Ma non solo: si percepivano nitidamente anche forti rumori di mobili continuamente spostati.

A quel punto è stata avvertita la Polizia: poco dopo è giunta sul posto una Volante della Questura di Vicenza. In effetti, gli stessi Agenti hanno potuto constatare l'assurda situazione, per cui sono intervenuti celermente.

Inveisce anche contro la Polizia e viene ricoverato in ospedale

Alla porta di casa si è presentato un signore ben distinto che, malgrado fosse palesemente in preda ai fumi dell’alcol, ha fornito agli Agenti ogni informazione da loro chiesta ma, alla raccomandazione di evitare di disturbare i condomini, improvvisamente si è alterato iniziando ad inveire contro tutti in maniera smodata.

Ogni tentativo fatto dagli Agenti per calmare il cittadino otteneva l’effetto contrario, al punto di richiedere l’intervento dei sanitari del Suem per verificarne lo stato di salute, anche a sua stessa tutela.

Tuttavia, anche alla vista dei sanitari, l'esagitato continuava ad inveire in direzione dei condomini, dei Poliziotti e degli infermieri presenti. Questi hanno, pertanto, ritenuto opportuno accompagnarlo presso il Pronto Soccorso per un controllo medico.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali