Una rotonda in via San Bonaventura e una ciclabile in via Bressan

A Cassola stanno per essere avviati due nuovi importanti interventi per la sicurezza stradale.

Una rotonda in via San Bonaventura e una ciclabile in via Bressan
Bassano, 08 Aprile 2019 ore 11:30

Una rotonda in via San Bonaventura e una ciclabile in via Bressan

Una nuova rotonda in via San Bonaventura e una ciclabile in via Bressan: a Cassola sono in arrivo due nuove opere per la sicurezza stradale. Dalla tarda primavera le frazioni di San Giuseppe e San Zeno saranno interessate da due importanti interventi tesi a migliorare e a rendere più sicura la viabilità, sia per le auto sia per ciclisti e pedoni.

La rotonda

Nel mese di maggio dovrebbero prendere il via il lavori per la realizzazione di una rotatoria in corrispondenza dell'intersezione tra viale San Giuseppe e via San Bonaventura.

«E' stato redatto il progetto esecutivo – spiega il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Manuela Bertoncello – e in queste settimane dovrebbe chiudersi la gara per l'assegnazione dell'opera, il cui valore complessivo è pari a 250mila euro, comprensivi della traslazione del tratto di pista pedonale interessato dal cantiere e anche dello spostamento di alcuni sottoservizi».

«Il rondò – spiega l'amministratrice – è la soluzione tecnica ideale per risolvere i nodi di quell'area. Sono state studiate varie ipotesi ma i progettisti hanno confermato che questa è la migliore, vista la particolare conformazione dell'intersezione ed il tipo di traffico che la impegna quotidianamente. La rotonda avrà un diametro di 29 metri e avrà la duplice funzione di mettere in sicurezza l'incrocio, già teatro in passato di gravi incidenti, e di rendere più fluido il traffico in uscita da via San Bonaventura e lungo viale San Giuseppe. Le utenze deboli saranno in ogni caso salvaguardate grazie alla ciclopista posta sul lato ovest di viale San Giuseppe».

La ciclabile

A San Zeno, invece, è in arrivo un nuovo tratto di ciclabile, che correrà per circa 400 metri lungo via Bressan: dall'innesto con la rotatoria “Cosma” verso il passaggio a livello.

«Si è conclusa la fase delle osservazioni per gli espropri dei terreni a bordo strada e il progetto definitivo potrà essere approvato martedì 9 aprile – riferisce il vicesindaco –. Poi si partirà subito con la redazione dell'esecutivo».

L'operazione costerà complessivamente 300mila euro, comprensivi della creazione di un nuovo sistema di smaltimento delle acque meteoriche.

«La corsia ciclabile - ricorda infine Bertoncello - andrà a collegarsi con quella di via Grande, inaugurata sabato scorso, garantendo così un collegamento sicuro fra le tre frazioni per la mobilità lenta».