Menu
Cerca

Un successo la prima giornata ecologica a San Giuseppe

Oltre sessanta volontari all'opera e venticinque sacchi pieni di rifiuti consegnati all'Etra.

Un successo la prima giornata ecologica a San Giuseppe
Bassano, 16 Dicembre 2019 ore 10:30

Giubbotti e scarpe grosse per affrontare il clima decisamente invernale. E poi pinze, guanti e tanta buona volontà per ripulire parchi, aree verdi e cigli stradali da cartacce, bottiglie di vetro, sacchetti di plastica e ogni genere d’immondizia.

4 foto Sfoglia la gallery

Un successo la prima giornata ecologica a San Giuseppe

Il gelo di metà dicembre non ha raffreddato l’entusiasmo degli oltre sessanta volontari che ieri hanno aderito a “Non rifiutiamoci”, la prima giornata ecologica promossa dal Comune di Cassola. Una mattinata di “pulizie natalizie” che ha interessato la frazione di San Giuseppe ed ha visto la partecipazione di un buon numero di cittadini, soprattutto ragazzi (tra i quali ben 25 scout del gruppo Agesci di San Giuseppe), pronti a rimboccarsi le maniche e a mettersi in gioco in prima persona per il proprio territorio.

«Le adesioni non sono mancate – ha commentato l’assessore alle politiche giovanili Marta Orlando Favaro, soddisfatta per l’esito di questa prima edizione dell’iniziativa – e i risultati sono stati documentati con tante foto, che mostrano i luoghi della frazione prima e dopo il passaggio delle nostre squadre».

La “messe” ammonta a circa 25 grandi sacchi di rifiuti, una vecchia sedia e un cartellone strappato. Tutto il materiale raccolto è stato portato in piazza Europa per poter essere caricato sul camioncino messo a disposizione dall’Etra per lo smaltimento. Sempre in piazza erano presenti anche i soci della Pro Loco con cioccolata e vin brulè per tutti i volontari.

«Fra qualche mese – prosegue l’amministratrice – si replicherà anche nelle altre frazioni. L’iniziativa si inserisce infatti nel progetto Cambia.Menti, avviato grazie alla sollecitazione del nostro giovane concittadino Edoardo Battaglia e destinato a concretizzarsi, in primavera, anche con laboratori, eventi e altre attività di sensibilizzazione alle tematiche ambientali».