Cronaca

Uccide il genero con una fucilata alla testa

L'assassino è Giovanni Padovan. 90 anni, la vittima Paolo Tamai, 63 anni. L'omicidio alla presenza della figlia e delle nipoti e si barrica in casa fino all'arrivo dei carabinieri.

Uccide il genero con una fucilata alla testa
Cronaca 19 Maggio 2019 ore 12:34

Uccide il genero con una fucilata alla testa. Dramma famigliare questa mattina in via Nerbon 33 a Silea. Questa mattina, alle 9,30, dopo una lite, il suocero 90enne, Giovanni Padovan,  ha imbracciato una doppietta e ha sparato mirando alla testa del gener0, Paolo Tamai, 63 anni, mentre in casa erano presenti anche la figlia e moglie della vittima e le due nipoti, figlie della coppia. All’arrivo dei carabinieri l’uomo si è barricato in casa e poco dopo si è consegnato alle forze dell’ordine che ora lo stanno interrogando in caserma. La moglie e la figlia della vittima, sotto shock, sono state ricoverate in ospedale. Dall’interrogatorio emergeranno i dettagli della vicenda che ha scosso l’intero paese, i motivi dell’insano gesto. Da una prima ricostruzione dei fatti sembrerebbe che al momento dell’omicidio la vittima si trovasse nel giardino comune della casa.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter