Menu
Cerca
ULSS 7 Pedemontana

Su 3000 anziani chiamati per il vaccino, 400 hanno rifiutato l’iniezione

Il commento del Direttore Generale Carlo Bramezza.

Su 3000 anziani chiamati per il vaccino, 400 hanno rifiutato l’iniezione
Cronaca Vicenza, 31 Marzo 2021 ore 08:18

Il dato è eclatante: su circa 3.000 chiamate effettuate negli ultimi 2 giorni dagli operatori dell’ULSS 7 Pedemontana per confermare o fissare l’appuntamento per la vaccinazione anti-Covid, sono stati ben 400 i cittadini che hanno rifiutato l’invito.

Su 3000 anziani in 400 hanno detto di no

“È un numero troppo grande per passare sotto silenzio – sottolinea il Direttore Generale Carlo Bramezza -, soprattutto perché si tratta in gran parte di cittadini anziani, quindi soggetti fortemente a rischio in caso di contagio.

Proprio per estendere il più possibile la copertura vaccinale in questa fascia di età, come Azienda abbiamo messo in campo degli sforzi ulteriori, con un servizio di chiamata attiva in parallelo alle lettere, perché qualche lettera può anche perdersi, ma noi non vogliamo mancare di vaccinare nessuno degli aventi diritto.

Mi auguro che alla base di questa decisione non ci sia una contrarierà ai vaccini, sarebbe grave. Come ULSS 7 faremo delle verifiche per capire le motivazioni, contattando a campione alcuni utenti nei prossimi giorni. A tutti quelli che hanno rifiutato la convocazione chiedo però di ripensarci e di prenotarsi: è fondamentale per la loro incolumità e per la salute dei loro cari, oltre che di tutta la nostra comunità”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli