L'intervista

Spritz a domicilio, l’ha inventato Federica: “Voglio solo salvare la mia attività”

Parla Federica, 35 anni, trevigiana d'adozione e proprietaria della Vecchia Osteria della Nonna di Maser. "Mi hanno anche criticata, ma devo tirare avanti".

Spritz a domicilio, l’ha inventato Federica: “Voglio solo salvare la mia attività”
Vicenza, 01 Maggio 2020 ore 08:47

Abbiamo parlato con Federica, l’ideatrice dello Spritz a domicilio che ha conquistato il web. Ecco cosa ci ha raccontato.

Una vera e propria passione

Lavorare nella ristorazione per molti non è appena un impiego ma una vera passione da portare avanti nonostante le difficoltà.

Sono Federica, ho 35 anni e vengo da un paesino in provincia di Rovigo che si chiama Rosolina. Quello in cui lavoro è il secondo locale che gestisco: ho chiuso il primo perché ero stanca di buttare via i soldi in affitto e ho acquistato questa osteria e casa a Maser, in provincia di Treviso, nel marzo 2019. Dopo lunghi lavori di ristrutturazione, a novembre 2019 ho inaugurato il locale: tutto è partito a bomba, nonostante fosse un posto nuovo, con gente nuova e avessi alle spalle un investimento così importante!”

Spritz a domicilio, l’ha inventato Federica: “Voglio solo salvare la mia attività”

Così inizia Federica, la barista che ha pensato di inventare lo spritz a domicilio a cui ha accennato anche Zaia durante la sua conferenza stampa giornaliera. Le foto del famoso aperitivo, confezionato in bustina sottovuoto con tanto di olivetta e fettina d’arancia hanno fatto il giro del web: quello che non molti sanno è che per Federica preparare cocktail e miscelati è molto più che un lavoro.

Un sogno divenuto realtà

“Con mille pensieri metto giù i miei sogni e oltre l’osteria in piena regola, arredata da me, c’è anche il progetto di un B&B che aprirà a breve! La Vecchia osteria della nonna è stata dedicata alle mie nonne: ero piccolissima ma mi ricordo molto bene tutto quello che abbiamo fatto insieme. Una mia nonna aveva un piccolo chioschetto per la strada del mare dove vendeva tutto a km0: sono nata in campagna e ne sono fiera. L’amore per la ristorazione però arriva anche dalla mamma, dato che lei è cuoca. I valori che avevano sono gli stessi valori che porto avanti. Purtroppo, entrambe le nonne sono scomparse molto giovani, ho molti ricordi di loro nei campi ma penso che adesso quei valori si sono persi”

Federica con il suo racconto ci fa pensare ai tanti ristoratori che in questi giorni hanno cercato di farsi ascoltare dal Governo e che desiderano riavviare le loro attività: il blocco dovuto al Covid19 ha già portato notevoli perdite nel settore della ristorazione e per molti rimandare la riapertura potrebbe portare ad una chiusura definitiva.

Spritz a domicilio, l’ha inventato Federica: “Voglio solo salvare la mia attività”

Lo spritz a domicilio

“L’idea dello spritz d’asporto è stata ispirata da una foto sul web che a me in primis ha fatto pensare ad una cosa impossibile però a cui anche io pensavo da tanto! E’ stato tutto per gioco o forse per la voglia di riaprire il mio tanto amato locale che ho deciso di provare. Ho avuto tante critiche ma anche tanti complimenti: tutto serve nella vita ma mai pensavo che potesse esplodere così come una bomba la mia foto! L’idea però non è ancora perfetta: sto già progettando una mia etichetta…al tempo del Covid 19 ci si deve reinventare, tirare avanti e mai mollare!”

Un messaggio carico di energia positiva: in bocca al lupo a Federica e a tutti i ristoratori che si stanno reinventando in questo periodo!

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità