a Monte di Malo

Speleologo si ferisce con una roccia e rimane bloccato nella Grotta della Pissatela, portato in salvo con successo

Il 41enne di Schio era precipitato a causa di una corda staccata. Nonostante le difficoltà, i soccorsi sono riusciti a farlo uscire in sicurezza

Speleologo si ferisce con una roccia e rimane bloccato nella Grotta della Pissatela, portato in salvo con successo
Pubblicato:
Aggiornato:

Ieri, sabato 23 marzo 2024, uno speleologo è rimasto ferito e bloccato all'interno della Grotta della Pissatela, a Monte di Malo. Fortunatamente, a seguito di una delicata operazione di soccorso, il malcapitato è stato portato in salvo in condizioni non preoccupanti.

Speleologo bloccato nella Grotta della Pissatela a Monte di Malo

Ore di grande apprensione ieri, 23 marzo 2024, per uno speleologo di Schio rimasto bloccato all'interno della Grotta della Pisatela sul Monte Faedo.

Il 41enne, che si trovava secondo di cordata, è precipitato poiché si era staccata la roccia su cui si trovava fissato l'ancoraggio a cui era assicurato. Con lui è rimasto uno dei compagni, mentre un terzo è uscito a dare l'allarme.

Le cause dell'incidente sono ancora al vaglio, il malcapitato potrebbe aver battuto la testa nel volo. In un primo tempo aveva perso conoscenza, poi ripresa, ed è rimasto in stato confusionale fino all'arrivo dei soccorsi.

Quando la squadra sanitaria, che comprendeva un medico e un infermiere, ha raggiunto il 41enne di Schio ha potuto fortunatamente constatare che le sue condizioni non erano preoccupanti. 

Operazioni di soccorso

Le operazioni di soccorso riuscite con successo

All'intervento hanno preso parte soccorritori provenienti da tutta la VI Delegazione speleo, compresi i disostruttori in caso fosse stato necessario utilizzare microcariche per allargare passaggi stretti.

Sono arrivati in supporto anche speleologi dal Trentino Alto Adige e dal Friuli Venezia Giulia nonché la Commissione nazionale disostruzione.

Il 41enne, intanto, era seguito costantemente dai sanitari, che hanno valutato non fosse necessario l'utilizzo della barella.

Dopo avergli fatto indossare la muta, è stato superato il tratto più stretto e bagnato fino a un'ampia sala, dove è seguita una pausa e sono state verificate ancora le sue buone condizioni.

Lo speleologo è stato, infine, accompagnato superando i tratti verticali per contrappeso fino all'uscita. 

Alle 23.50 l'infortunato è stato affidato per gli opportuni controlli all'ambulanza di Vicenza. Sul posto anche il sindaco di Monte di Malo Mosè Squarzon, che ha ringraziato tutti per l'eccellente lavoro di squadra.

Mosè Squarzon, sindaco di Monte di Malo

"Un grazie a Tutti i soccorritori, alle Squadre di Protezione Civile Pasubio Alto Vicentino ODV, per la velocità nell’intervento e per dotazioni, mezzi e disponibilità (due gazebo con pareti-tende, brandine, generatore, fari, stufa) e a Marisa e Mirco per la generosità con Tè caldo e biscotti per le squadre sul posto".

Schermata 2024-03-24 alle 09.28.20
Foto 1 di 10
2
Foto 2 di 10
Foto 3 di 10
Schermata 2024-03-24 alle 09.28.00
Foto 4 di 10
i
Foto 5 di 10
Foto 6 di 10

Operazioni si salvataggio

f
Foto 7 di 10
g
Foto 8 di 10
Schermata 2024-03-24 alle 09.27.47
Foto 9 di 10
h
Foto 10 di 10
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali