Menu
Cerca
Inquinamento

Smog oltre i limiti: confermati i livelli di criticità

I livelli di criticità stabiliti dall’ultimo bollettino vengono quindi confermati.

Smog oltre i limiti: confermati i livelli di criticità
Cronaca 16 Gennaio 2020 ore 13:56

Smog oltre i limiti: confermati i livelli di criticità.

Smog oltre i limiti: confermati i livelli di criticità

Permane la situazione di stabilità atmosferica sulla regione e si mantengono elevate le concentrazioni di polveri sottili. Dopo un transitorio calo delle concentrazioni di PM10 nella giornata di domenica 12 gennaio, favorito dal rimescolamento diurno e dall’attenuazione dell’inversione termica, sulla regione si è riaffermato da lunedì 13 gennaio un campo di alta pressione con condizioni di stabilità atmosferica, assenza di precipitazioni e debole ventilazione. Di conseguenza, da inizio settimana i livelli di particolato hanno ripreso a salire. Ieri valori oltre il limite giornaliero di legge in ben 14 delle 17 centraline di riferimento per il bollettino di criticità, con picchi massimi anche doppi rispetto al limite. Smog oltre i limiti: confermati i livelli di criticità

Criticità confermata

I livelli di criticità stabiliti dall’ultimo bollettino vengono quindi confermati fino a lunedì, tranne per le zone di Mansuè e San Donà che rientrano al livello verde, secondo l’Accordo di Bacino Padano, perché hanno beneficiato di 2 giorni consecutivi sotto il limite negli ultimi quattro giorni.

Oggi, giovedì 16 gennaio, e domani, venerdì 17 gennaio, prevarranno ancora condizioni di alta pressione, senza precipitazioni e con debole ventilazione, che continueranno a determinare il ristagno del PM10. Per sabato 18 gennaio è attesa una saccatura di origine atlantica, con alta probabilità di precipitazioni ed intensificazione dei venti, che potranno favorire l’abbattimento degli inquinanti, il rimescolamento atmosferico e quindi il calo delle concentrazioni di polveri sottili.

Si riepilogano di seguito i livelli di criticità in vigore dal 17 al 20 gennaio 2020:

– livello di criticità 2 (Rosso): le zone di Treviso, Vicenza e S.Bonifacio

– livello di criticità 1 (Arancione): le zone di Venezia, Padova, Castefranco, , Mirano, Rovigo, Piove di Sacco, Cittadella, Legnago

– livello di criticità 0 (Verde): le zone di Verona, Belluno, Feltre, Conegliano, Chioggia, Adria, Badia Polesine, Este, Cinto Euganeo, Monselice, Bassano, Schio, Mansuè, San Donà