Operazione "Underground"

Smantellata organizzazione criminale nigeriana, a Vicenza veniva stoccata la droga

Smantellata un'organizzazione criminale nigeriana.

Smantellata organizzazione criminale nigeriana, a Vicenza veniva stoccata la droga
Cronaca Vicenza, 12 Gennaio 2021 ore 15:26

Maxi operazione coordinata dalla Questura di Trento anche sui territori delle province di Brescia, Verona e Vicenza. Proprio qui c’era la cabina di regia della logistica legata allo spaccio degli stupefacenti.

Traffico di droga, blitz all’alba

A Verona abitavano i vertici dell’organizzazione criminale nigeriana dedita al traffico di droga, che nella vita di tutti i giorni, oltre alla gestione degli imponenti carichi di eroina e cocaina, si occupavano di un negozio di prodotti etnici, in zona fiera. Ed era proprio qui, nel capoluogo scaligero, che avvenivano le riunioni tra i capi e gli altri referenti del sodalizio.

Ma oggi, martedì 12 gennaio 2021, con l’operazione “Underground”, questa ramificata organizzazione criminale nigeriana è stata smantellata. Con il blitz di questa mattina, infatti, sono scattate le manette per 16 soggetti, anche grazie all’utilizzo delle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza.

L’operazione è stata coordinata dalla Questura di Trento che però, al termine di complesse indagini, ha potuto coordinare interventi anche su altri territori, nello specifico nelle province di Trento, Brescia, Verona e Vicenza. Le ramificazioni, infatti, erano ampiamente diffuse.

In carcere sono finiti, come si diceva, 16 soggetti, 13 uomini e 3 donne. Queste, inoltre, sono state ritenute attive anche nello sfruttamento della prostituzione nel veronese. Si ritiene, infatti, che parte dei proventi del sesso a pagamento fossero impiegati per acquistare partite di eroina e cocaina a Vicenza.

A capo dell’organizzazione c’erano un uomo e una donna, madre e figlio, residenti a Verona. Ma a Vicenza, invece, avveniva lo stoccaggio della droga. Qui c’era la vera e propria base logistica degli stupefacenti che poi venivano consegnati ai corrieri per smerciarli negli altri territori.

Trento, infine, era la piazza di spaccio in cui arrivavano tutti i carichi di droga.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità