Cronaca

Sei dosi di hashish, un bilancino e un coltello: denunciato

Continuano i controlli della polizia locale per la prevenzione e la repressione dello spaccio di stupefacenti.

Sei dosi di hashish, un bilancino e un coltello: denunciato
Cronaca Vicenza, 11 Maggio 2019 ore 13:55

Controlli per la prevenzione e repressione dello spaccio di stupefacenti

Continuano i controlli della Polizia Locale al fine di prevenire e reprimere lo spaccio di stupefacenti, soprattutto in danno degli studenti minorenni.  Anche l'Unità Cinofila Antidroga della polizia locale, con il Cane Rocky, come da precise richieste dei Dirigenti scolastici, ha svolto vari controlli a campione in alcuni Istituti Scolastici Superiori.

Dopo l'arresto di spacciatore di Cocaina, avvenuto lo scorso 2 maggio, sono stati eseguiti ulteriori controlli alla stazione ferroviaria di Schio, luogo frequentato da numerosi studenti minorenni.  Martedì 7 maggio, alle ore 13:30 circa, è stato documentato lo spaccio di un panetto di hashish tra due stranieri nei pressi dei binari. L'acquirente ha poi cercato di fuggire ed è stato inseguito nella via Btg. Val Leogra e bloccato dagli Agenti in piazza Rossi, tra lo stupore delle numerose persone presenti. Il medesimo aveva tentato di disfarsi di un panetto di hashish del peso di quasi un etto, che veniva recuperato e sequestrato. Lo spacciatore veniva denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza. Sempre alla stazione ferroviaria, nella mattinata di venerdì 10 maggio, veniva costatata la presenza di noto spacciatore, che, alla vista degli agenti, si dava alla fuga sul retro della stazione ferroviaria stessa. Il medesimo veniva però bloccato da altri agenti che avevano cinturato l'area. L'uomo veniva trovato in possesso di 6 dosi di hashish pronte per la vendita. Si procedeva pertanto a perquisizione domiciliare rinvenendo, nel garage di pertinenza dell'abitazione, anche un bilancino elettronico ed il coltellino utilizzato per il frazionamento della sostanza stupefacente. Lo spacciatore veniva pertanto denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter