L'allarme lanciato dai cittadini

Scarichi del polo conciario nel fiume, Legambiente sulle barricate

La foto dice più di mille parole: un'elevata quantità di schiuma a Sule nel fiume Fratta in prossimità del collettore Arica, proveniente dai reflui dei depuratori industriali nel vicentino.

Scarichi del polo conciario nel fiume, Legambiente sulle barricate
Cronaca Vicenza, 15 Settembre 2021 ore 15:13

L’allarme, come riporta Prima Verona, è stato dato proprio dai cittadini di Cologna Veneta che hanno visto la schiuma sul fiume Fratta.

Schiuma dallo scarico Arica sul fiume Fratta

I cittadini di Cologna Veneta hanno notato una strana schiuma all’uscita dello scarico del collettore sul fiume Fratta. Nel gruppo Facebook “Vivere a Cologna Veneta” è stata pubblicata una foto che lascia pochi dubbi: un’elevata quantità di schiuma a Sule nel fiume Fratta in prossimità del collettore Arica (Arica è il Consorzio che gestisce per conto della Regione Veneto il collettore delle acque di cinque impianti di depurazione del Vicentino: Trissino, Arzignano, Montecchio, Montebello e Lonigo).

La schiuma arriva proprio dai reflui dei depuratori industriali delle aziende del polo conciario presenti nel Vicentino. Immediata la segnalazione a Legambiente e al Comune. Inutile negarlo, sul Fratta, l’attenzione è sempre massima dato che si tratta di uno dei fiumi più inquinati del Veneto e da decenni riceve gli scarichi del polo conciario.Il Circolo Perla Blu di Legambiente ha spiegato:

"Da almeno 15 anni il Circolo Perla Blu e Legambiente lottano contro una gestione che riteniamo non adeguata del collettore Arica, denunciando pubblicamente, agli enti pubblici e alle autorità giudiziarie, lo stato del Fratta Gorzone. In più occasioni abbiamo promosso iniziative in loco, proprio allo scarico del collettore, al fine di sensibilizzare l'opinione pubblica".