Cronaca

Sarcedo, si schianta in A4. Muore figlio dell'assessore Santorso

Marco, 40 anni, stava andando a prendere il fratello all'aeroporto di Venezia per assistere al funerale della nonna.

Sarcedo, si schianta in A4. Muore figlio dell'assessore Santorso
Cronaca Thiene e Valdastico, 08 Marzo 2019 ore 15:03

Marco Santorso è morto a causa delle gravi ferite riportate a seguito del tamponamento avvenuto alle 23.40 di martedì 5 marzo all'entrata dell'area di servizio Arino Dolo, lungo l'autostrada A4 in direzione Venezia.

Stava andando a prendere il fratello in aeroporto

Li aveva compiuti da poco i suoi primi 40 anni. Era il 3 febbraio scorso quando tra risate e sorrisi Marco Santorso aveva spento i suoi 4 decenni di candeline. E poco più di un mese dopo la sua vita è stata tragicamente spezzata lungo quel tratto di autostrada che lo avrebbe portato all’aeroporto Marco Polo di Venezia a prendere il fratello di ritorno dall’Inghilterra, ed insieme sarebbero tornati a Sarcedo dove l’indomani avrebbero dato l’ultimo saluto alla loro amata nonna materna Teresa. E invece Marco dal fratello Simone non è mai arrivato, la sua ultima corsa è terminata all’altezza dell’ingresso della stazione di servizio Arino Dolo. Una piccola distrazione, la nebbia fitta e quel camion davanti hanno fermato per sempre la sua scalata verso gli anni più belli della vita di un uomo. Quarant’anni persi in un secondo, in quella corsa disperata dei soccorsi che hanno tentato il tutto e per tutto per salvare il filo sottile a cui l’anima di Marco si era aggrappata e che lo teneva ancora in vita.

La dinamica dell'incidente

Il giovane è spirato poco dopo l’impatto lasciando nella disperazione la mamma e il padre Gianfranco Santorso, conosciutissimo in paese perché assessore della giunta Cortese. Il dramma si è consumato alle 23.40 di martedì 5 marzo, quando Marco a bordo della sua Alfa Romeo Giulietta stava percorrendo il tratto di autostrada A4 in direzione Venezia dove nell’aeroporto del capoluogo veneto lo stava aspettando il fratello Simone, di ritorno dall’estero per assistere al funerale della nonna materna morta qualche giorno prima all’età di 93 anni. Nella fase di entrata alla stazione di servizio l’auto di Marco avrebbe urtato il mezzo pesante che era in sosta incastrandosi proprio dal lato guidatore sulla fiancata posteriore del camion. Causa dell’incidente potrebbe essere stata proprio la foschia, che in quel tratto di strada nella nottata era scesa fitta. Inutili le corse dei Vigili del fuoco e del Suem 118, le ferite riportate dal giovane erano troppo gravi ed è purtroppo spirato poco dopo la mezzanotte in ospedale.

Un altro lutto per la famiglia Santorso

Un dramma nel dramma per la famiglia Santorso, molto stimata dalla comunità di Sarcedo. Marco dedicava il suo tempo libero al volontariato ed era anche un capo scout, giovane attento e colonna portante per gli adolescenti del paese, molti dei quali lui stesso aveva visto e aiutato a crescere insegnando loro i valori dello stare insieme e della condivisione. Grande rammarico anche all’interno dell’amministrazione comunale dove il padre Gianfranco opera da anni al servizio della comunità in ambito bilancio e lavori pubblici.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter