Cronaca

Sabato di fuoco, tra denunce e violenze sessuali

I controlli effettuati dai Carabinieri hanno permesso di fermare quattro individui, tre dei quali denunciati per possesso di droga e uno per abusi all'amica.

Sabato di fuoco, tra denunce e violenze sessuali
Cronaca Schio e Valdagno, 21 Marzo 2019 ore 08:59

Ripetuti i servizi straordinari di controllo del territorio da parte dei Carabinieri di Schio nella serata di sabato 16 marzo. Anche questa volta l’impiego di un alto numero di pattuglie concentrate nelle ore serali ha dato i suoi frutti. In tutto sono state segnalate alle competenti Autorità Giudiziaria e Autorità Amministrativa 4 persone controllate in diversi momenti ed in luoghi diversi.

Possesso di droga per tre giovani

Il primo, C.A., thienese classe 1982, con precedenti di polizia, è stato controllato mentre era alla guida di una Audi A3 in Viale Mazzini ad Arsiero e trovato in possesso per uso personale di 0,43 grammi di cocaina, 0,11 grammi di
eroina e 0,20 grammi di hashish. Contestualmente, allo stesso è stata contestata la violazione amministrativa per guida con patente scaduta.
Il secondo, G.M., scledense classe 1997, incensurato, è stato controllato mentre si aggirava a piedi a Cogollo Del Cengio in Via Ampuri e trovato in possesso di complessivi 6,90 grammi di marijuana per uso personale. Il terzo, P.R., croato classe 1995, con precedenti di polizia, è stato controllato sempre a Cogollo Del Cengio in Località Piangrande alla guida di una BMW e trovato in possesso per uso personale di 0,5 grammi di marijuana, nonché di un coltello della lunghezza totale di quasi 30 cm, per il quale è stato denunciato a piede libero per porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere. La patente di guida è stata ritirata.

Violenza sessuale e minacce

Infine, caso più importante, le pattuglie sono intervenute in un’abitazione del quartiere San Gaetano: una donna ha chiesto aiuto al proprio vicino in quanto in casa aveva la presenza di tale B.M., algerino classe 1971, suo conoscente che, in preda ad una manifesta ubriachezza, ha posto in atto delle chiare avance sessuali nonché palpeggiamenti sgraditi. Al rifiuto della donna, B.M. le ha mostrato i genitali e ha dato in escandescenza brandendo un paio di forbici e profferendo diverse minacce. La vittima è quindi corsa fuori casa chiedendo aiuto al vicino, il quale ha richiesto l’intervento dei Carabinieri che, giunti sul posto, hanno posto in sicurezza i due e disarmato l’aggressore. Condotto in caserma, B.M. è stato denunciato per violenza sessuale e minacce.