Menu
Cerca

Ristrutturazione dello stabile della vecchia canonica

Novità in vista nella sorridente frazione di Ignago per l’importante progetto di ristrutturazione dello stabile della vecchia canonica della  frazione cittadina, che l’Amministrazione Comunale ha ricevuto in donazione dalla Parrocchia di Ignago.

Ristrutturazione dello stabile della vecchia canonica
Vicenza, 16 Dicembre 2019 ore 16:30

Novità in vista nella sorridente frazione di Ignago per l’importante progetto di ristrutturazione dello stabile della vecchia canonica della  frazione cittadina, che l’Amministrazione Comunale ha ricevuto in donazione dalla Parrocchia di Ignago.

Ristrutturazione dello stabile della vecchia canonica

Una importante progetto che vedrà sorgere un  nuovo vero e proprio polo di aggregazione aperto a tutta la Comunità. Tra una settimana circa inizieranno i lavori  di questo intervento di riqualificazione di cui il progetto complessivo costerà alle casse Comunali  ben  525mila euro.

Il progetto è diviso in due stralci ben definiti di cui il primo il costo si aggira sui 239mila euro. L’assessore ai lavori pubblici nei giorni scorsi ha presentato ufficilamente il progetto.

«Il nuovo edificio -ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici Nicolas Cazzola,- ospiterà nel complesso tre nuove sale per incontri e riunioni dalla capienza media di 10/15 persone, rivolte principalmente ma non solo alle attività della comunità di Ignago (coro parrocchiale, gruppo Alpini ed il comitato per l’organizzazione della sagra). Inoltre al piano terra sarà predisposta anche una cucina. Si prevede una grande sala incontri della capienza di massimo 80 persone, che possa ospitare eventi/conferenze di maggiore rilievo, rivolte anche ad utenze extra comunali».

Al piano seminterrato si prevede un poliambulatorio con relativa sala d’aspetto, 2 bagni uno dei quali per diversamente abili e una cantina/deposito. Il progetto tiene conto del contenimento dei consumi energetici e delle eventuali misure per la produzione e il recupero di energia con l’amministrazione cittadina che valuterà inoltre la possibilità di integrare fonti energetiche rinnovabili, con la progettazione di pannelli fotovoltaici.