il caso

“Risotto al bruco” in una scuola di Cassola

Spiacevole sorpresa per un'alunna della scuola primaria San Giovanni Bosco.

“Risotto al bruco” in una scuola di Cassola
Bassano, 13 Febbraio 2020 ore 19:17

“Risotto al bruco” in una scuola di Cassola. Una spiacevole sorpresa per un’alunna della scuola primaria San Giovanni Bosco di Cassola mentre si trovava nella mensa scolastica per consumare il proprio pasto. Dal suo piatto di riso biologico al sugo di pomodoro e verdure è spuntato il bruco. La bambina ha avvisato le insegnanti che, a loro volta, hanno allertato la dirigente scolastica. La notizia è presto giunta anche agli uffici comunali e agli amministratori comunali. La Serenissima, la ditta che ha avuto in appalto il servizio mensa dal Comune di Cassola fornisce una media di oltre 600 pasti al giorno. L’ex sindaco di Cassola, Silvia Pasinato (attualmente consigliere d’opposizione) ha presentato un’interrogazione urgente. Verificato che il riso non era scaduto, l’ipotesi più attendibile è che il bruco fosse presente nella verdure fresca utilizzata come condimento. L’assessore all’Istruzione, Marta Orlando Favaro ha predisposto i controlli del caso e il protocollo previsto per simili situazioni, gli uffici comunali hanno anche inoltrato una comunicazione al Sian (Servizio di igiene degli alimenti e nutrizione) dell’Asl7 per avviare le procedure di controllo.