Schio

Rifiuti abbandonati a Monte Magrè: ecovandali individuati grazie alle Guardie ambientali di Italcaccia

I responsabili saranno sanzionati con la somma di 500 euro a cui andranno aggiunti all'incirca 150 euro relativi al costo per la rimozione e lo smaltimento dei materiali sversati.

Rifiuti abbandonati a Monte Magrè: ecovandali individuati grazie alle Guardie ambientali di Italcaccia
Schio e Valdagno, 02 Settembre 2020 ore 17:01

L’operazione di identificazione degli ecovandali è stata portata a termine grazie alle segnalazioni giunte in Comune e al lavoro delle guardie ambientali di Italcaccia.

Individuati i responsabili

Sono stati individuati i responsabili dell’abbandono di una notevole quantità di rifiuti lungo la strada che porta a Monte Magré. L’operazione di identificazione degli ecovandali è stata portata a termine grazie alle segnalazioni giunte in Comune e al lavoro delle guardie ambientali di Italcaccia, l’associazione a cui l’Amministrazione ha affidato il controllo del territorio cittadino e collinare scledense per reprimere atteggiamenti contro l’ambiente in affiancamento al lavoro già svolto dalla Polizia Locale. In base alle disposizioni in vigore per questo tipo di infrazione, i responsabili dell’abbandono di rifiuti a Monte Magré saranno sanzionati con la somma di 500 euro a cui andranno aggiunti all’incirca 150 euro relativi al costo per la rimozione e lo smaltimento dei materiali sversati che sono di chiara provenienza domestica e che – come hanno osservato diversi cittadini sui social network – avrebbero potuto essere conferiti gratuitamente negli ecocentri comunali.

Rifiuti abbandonati a Monte Magrè: ecovandali individuati grazie alle Guardie ambientali di Italcaccia

Il commento da Palazzo Garbin

«Grazie al prezioso lavoro delle guardie ambientali di Italcaccia siamo riusciti a individuare gli autori di un comportamento inaccettabile che è stato giustamente condannato da tutta la città – dicono da Palazzo Garbin -. Il contrasto all’abbandono dei rifiuti è una nostra priorità e proprio per questo abbiamo intensificato le attività di controllo e repressione».

I numeri

In meno di un anno Italcaccia ha effettuato quasi 60 uscite a Schio per monitorare la situazione, ovvero più di una alla settimana, e ha redatto 26 verbali con sanzioni che vanno dai 50 ai 500 euro.

«Questi risultati confermano che la scelta di avvalersi anche di queste forze era motivata. La sinergia che spontaneamente si è creata tra Italcaccia, il Comando di Polizia Locale e il Servizio Ambiente del Comune, garantisce oggi a quei luoghi maggiormente a rischio un’attenzione puntuale e un tempestivo intervento. É doveroso ricordare come l’operato delle guardie ambientali si stia dimostrando sempre più uno “strumento culturale” per prevenire gli abbandoni di rifiuti, come è già stato riconosciuto da molti cittadini. Per questo va ai volontari di Italcaccia il ringraziamento per il continuo supporto nel mantenere il decoro e la pulizia del nostro territorio. Anche questo è un modo per dimostrare la presenza delle istituzioni a quella grande maggioranza di cittadini che sceglie di rispettare le regole e l’ambiente in nome del bene comune» concludono da Palazzo Garbin.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità