Menu
Cerca

Riconoscimento della lingua veneta, raggiunte le 50mila firme

Occorre ricordare che questa iniziativa è totalmente apartitica.

Riconoscimento della lingua veneta, raggiunte le 50mila firme
Vicenza, 26 Dicembre 2019 ore 15:00

Il comitato per il riconoscimento della lingua veneta ha reso noto che è stato raggiunto l’obiettivo delle 50mila firme.

Riconoscimento della lingua veneta, raggiunte le 50mila firme

Attraverso un comunicato rendono noto:

“Siamo felici di comunicare che l’obiettivo delle 50.000 firme è stato raggiunto. Risultano ora in nostro possesso 50.000 miłe firme, sapendo che mancano ancora alcuni moduli: grazie agli oltre 50.000 che hanno firmato per la lingua veneta! Vogliamo ringraziare veramente di cuore anche le centinaia di persone che hanno lavorato per mesi per raccogliere firme e sensibilizzare le persone ad un tema così importante. Un grande ringraziamento anche ai testimonial che si sono prestati per far conoscere questo diritto di tutti i veneti di firmare per il riconoscimento della nostra bella lingua. Occorre ricordare che questa iniziativa è totalmente apartitica, non è legata a nessun partito e che persone di letteralmente ogni schieramento politico hanno raccolto firme, da consiglieri a sindaci e assessori, in tutte le province del Veneto. Che sia mancato un endorsement politico è testimoniato anche dalla scarsissima copertura mediatica, specialmente sulla carta stampata: tutti gli eletti del Veneto, dai consiglieri comunali fino agli europarlamentari, nessuno escluso, sono informati. Ringraziamo quelli che ci hanno contattati e che si sono attivati per sostenere personalmente l’iniziativa. Raccogliere 50.000 firme non è facile per nessun partito: averle raccolte senza sostegni politici e con una organizzazione assolutamente spontanea e con scarsa copertura mediatica, è dunque qualcosa di straordinario! Grazie ancora a tutti!”.

Cosa accadrà ora

Nel comunicato si legge inoltre:

“Cosa succede ora? Per la legge che disciplina le proposte di legge di iniziativa popolare, non è sufficiente raccogliere regolarmente 50.000 firme autentiche: occorre che tali firme siano state raccolte nell’arco di 6 mesi, mentre le nostre firme sono state raccolte nell’arco di 9 mesi. Pertanto, pur valide e regolari, mancano del requisito temporale. Poiché l’obiettivo finale è che giunga in Parlamento la proposta di inserire il veneto tra le lingue riconosciute per legge, il comitato si sta muovendo per far valere direttamente in parlamento la voce di questi 50mila veneti, parte attiva di quel 54% dei cittadini del Veneto (pari a oltre 2,5 milioni) che secondo recentissimo sondaggio Demos sono assolutamente favorevoli al riconoscimento nazionale della lingua veneta. Il comitato ha già avviato delle consultazioni con i veneti di buona volontà che siedono nel parlamento italiano e che sono entrati in contatto con il comitato”.