Carabinieri

Portavano con loro la bambina per non destare sospetti: coniugi pusher fermati a Orgiano – VIDEO

Valore della sostanza stupefacente, al dettaglio, superiore a 30mila euro. Marito e moglie marocchini erano i "ras" dello spaccio di coca a San Bonifacio.

Vicenza, 04 Novembre 2020 ore 16:51

I Carabinieri della Compagnia di San Bonifacio, impegnati costantemente su molti fronti quali le attività investigative sui reati predatori, hanno inferto un importante colpo nel contrasto allo spaccio di stupefacenti nel territorio dell’est veronese.

Intercettati a Orgiano

Gli investigatori, dopo lunghi e mirati appostamenti, seguendo i canali di approvvigionamento utilizzati dai consumatori di droghe di diverso tipo, nel pomeriggio di ieri hanno intercettato, nei pressi di Orgiano in provincia di Vicenza due cittadini marocchini, marito e moglie, che i Carabinieri ritengono capi fila dello spaccio di cocaina proprio a San Bonifacio.

L’uomo, accortosi della presenza dei militari, tentava vanamente la fuga a piedi, incurante di aver abbandonato la moglie e la figlioletta di pochi anni, la cui presenza era funzionale a coprire l’illecita attività, a bordo dell’auto, venendo comunque raggiunto dopo aver percorso di corsa quasi un chilometro tra i vitigni.

La perquisizione

I Carabinieri hanno proceduto quindi alla perquisizione dei due fermati, rinvenendo quasi 60 grammi di cocaina purissima non ancora tagliata indosso alla donna; l’attività veniva estesa all’area boschiva dove poco prima i due erano stati notati, recuperando, con l’ausilio dei cani antidroga provenienti dal Nucleo Carabinieri Cinofili di Torreglia (PD) ulteriori 400 grammi del medesimo stupefacente che i nord africani avevano occultato sotto la terra.
La perquisizione dell’abitazione della coppia ha poi consentito di trovare e porre sotto sequestro sostanza da taglio e materiale utilizzato per il  confezionamento delle dosi di stupefacente.

Ammontare per oltre 30mila euro

Il valore della sostanza stupefacente, al dettaglio, è superiore a 30.000 euro.
L’uomo, M.I. di 27 anni, pregiudicato, è stato rinchiuso nel carcere di Vicenza, mentre la moglie, E.S. di 30 anni, si trova ora agli arresti domiciliari, entrambi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria vicentina.

Ulteriori risultati nell’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti sono stati conseguiti nel fine settimana quando i militari della Stazione di San Bonifacio hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato di P.A., 28enne pregiudicato, residente a Cologna Veneta, trovato in possesso di 13 grammi di sostanza stupefacente di tipo eroina già suddivisa in dosi.

Gli investigatori sanbonifacesi, poche ore più tardi, hanno tratto in arresto sempre in flagranza di reato V.D, 27enne rumeno. A seguito di perquisizione della sua abitazione l’uomo è stato trovato in possesso di circa 10 grammi di eroina, 1 grammo di marijuana, finendo in manette.

LEGGI ANCHE:

Stazione di Thiene, botte al dipendente delle ferrovie e a un carabiniere: 31enne arrestato. E’ già libero

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità