Cronaca
vicenza

Piano anticorruzione, maggiore efficienza con semplificazione e tracciabilità dei processi

L'assessore: "Efficientamento della macchina comunale e dei servizi al cittadino”.

Piano anticorruzione, maggiore efficienza con semplificazione e tracciabilità dei processi
Cronaca Vicenza, 20 Febbraio 2020 ore 10:54

E' stato approvato dall'amministrazione comunale il nuovo Piano di prevenzione della corruzione e della trasparenza per il triennio 2020-2022.

Questa mattina il documento è stato illustrato dall'assessore alla Trasparenza amministrativa, Silvia Maino, che dichiara: “Quest'anno abbiamo dato una notevole spinta in avanti al piano triennale, rivedendo profondamente i precedenti documenti e avviando un percorso di approfondimento e di adeguamento alle indicazioni dell'Anac, peraltro già contenute nei piani nazionali fin dal 2015. Il lavoro, la cui proposta è stata elaborata dalla nostra responsabile della trasparenza che è il segretario generale, si incardina nella nuova organizzazione comunale, spingendo sulla semplificazione e sulla tracciabilità dei processi anche grazie all'informatizzazione. Attraverso questo strumento, del resto, il nostro obiettivo non è solo contrastare il rischio corruzione, ma anche contribuire a migliorare l'efficientamento della macchina comunale e dei servizi al cittadino”.

Fondamentale, nel nuovo piano, è la descrizione del percorso per la corretta revisione della gestione del rischio, a partire dalla mappatura dei processi che costituisce obiettivo biennale 2019/2020 di tutti i dirigenti.

La mappatura dei processi ha come finalità fondamentale la riorganizzazione dei procedimenti. Gli obiettivi sono la semplificazione del loro flusso, attraverso l'eliminazione di anomalie che ne rallentano o ritardano la conclusione; il tracciamento delle fasi decisionali e dei tempi di attraversamento e di conclusione; l'analisi funzionale di ogni procedimento con efficacia anche ai fini dell'informatizzazione.

Nel piano sono state inoltre ben evidenziate le misure generali di contrasto della corruzione, prevedendo soggetti responsabili, contenuti, monitoraggi infrannuali e finali, indicatori, dando rilievo ai controlli da effettuare sulle dichiarazioni che vengono rese, alle iniziative per diffondere la cultura della legalità, all'importanza del rispetto dei protocolli di legalità.

In relazione alla trasparenza, è stato predisposto un allegato che per ogni obbligo di pubblicazione nell'area del sito istituzionale dedicata all'amministrazione trasparente individua i soggetti responsabili del contenuto da pubblicare e i soggetti responsabili della pubblicazione.

Il piano contiene anche un approfondimento sul contesto esterno ed interno.

Rispetto al primo, l'assessore ha evidenziato che non sono stati rilevati gravi elementi di criticità in quanto a reati commessi contro la pubblica amministrazione. Rispetto alla macchina comunale ha messo infine in evidenza come l'età media piuttosto elevata dei dipendenti possa rappresentare un freno all'informatizzazione dei processi: i dipendenti nella fascia di età 50/68 anni sono infatti pari al 62,40% del totale del personale; quelli nella sola fascia 60/68 anni sono il 13,50% del totale.