Menu
Cerca

Pedemontana vicentina, l’anno del turismo lento

L'associazione, che ha sede a Thiene, sta lavorando a progetti legati alla natura e alla vita all'aria aperta.

Pedemontana vicentina, l’anno del turismo lento
Thiene e Valdastico, 20 Aprile 2019 ore 14:00

Guardando al 2019, questo sarà l’Anno del Turismo Lento, per celebrare il quale l’Associazione Pedemontana Vicentina sta già lavorando ad alcuni progetti, in collaborazione con l’OGD Pedemontana Veneta e Colli.

Progetti importanti

Progetti che permetteranno di promuovere una serie di esperienze legate a questa tipologia di turismo. Un turismo che privilegia attività a contatto con la natura, all’aria aperta, seguendo ritmi lenti. Tra gli itinerari su cui si intende lavorare, e che rispecchiano tali caratteristiche, ricordiamo: il percorso Permanente di Sarcedo, la strada dei Reali d’Inghilterra e il Cammino delle apparizioni.

I dati dall’ufficio IAT

Volendo fornire qualche dato in merito all’attività dell’ufficio Iat: nel corso dell’anno 2018 oltre 7mila e 200 utenti si sono recati allo Iat, per informazioni, per reperire materiale e per le c.d. quick reference (rapide consulenze in merito ai servizi ed alle proposte di carattere turistico e culturale della destinazione); nel corso dell’anno 2018 sono state seguite oltre 80 consulenze specializzate (consulenza nell’elaborazione di itinerari, proposte di visita, prenotazione di servizi turistici, organizzazione di visite ed assistenza organizzativa; la maggior parte di queste consulenze si è rivolta a gruppi di 50 persone) e, sempre durante lo scorso anno, la provenienza di visitatori / turisti giunti a Thiene tramite consulenza Iat ha visto la seguente distribuzione: Venezia, Padova, Verona, Brescia, Bergamo, Como, Napoli, Treviso, Vicenza, Gorizia, Bolzano, Germania, Mosca, Bruxelles, Austria, Slovenia, Belgio, Giappone, Stati Uniti.

Il sito web di Pedemontana

Per quanto riguarda il sito web www.pedemontanavicentina.com le modalità di accesso vedono prevalere gli accessi da desktop, seguite da dispositivi mobile ed infine da tablet; le principali pagine visualizzate risultano essere: home page, eventi, itinerari di archeologia industriale, ville e castelli, itinerari sportivi e naturalistici, dove alloggiare. La provenienza dei principali visitatori risulta la seguente: Italia, Francia, Stati Uniti, Germania e Brasile; su Facebook la pagina dell’Associazione «PedemontanaVi Turismo» vede una costante crescita dei propri fan, pari a 6mila e 267 al 31 dicembre dello scorso anno.

Il presidente Gasparotto

«Per trarre un bilancio – dichiara il presidente di Pedemontana Vicentina, Simone Gasparotto – si è chiuso un 2018 positivo, con una netta crescita in termini di visibilità dell’Associazione e dei propri soci, delle loro attività e dell’intero territorio pedemontano e, il 2019, si preannuncia essere un anno altrettanto ricco ed impegnativo per la promozione del nostro territorio. A tal proposito – ci tiene inoltre a ribadire Gasparotto – è stata avviata un’importante collaborazione con l’OGD Pedemontana Veneta e Colli, dalla quale ci si attendono interessanti sviluppi e la quale porterà a ragionare e vedere il nostro territorio in termini più ampi, aprendo alla possibilità di ricevere finanziamenti e lavorare su significativi progetti».

Il Castello di Thiene

Dal 2015 l’Associazione Pedemontana Vicentina collabora con il Castello di Thiene per la gestione del servizio di visite guidate individuali presso la Quattrocentesca dimora storica, permettendo un aumento dell’orario di visite nel periodo di maggiore richiesta. Un’importante collaborazione che sarà riconfermata anche per il 2019, con personale dell’ufficio Iat impegnato 5 giorni su 7 nell’accompagnamento dei visitatori.