Menu
Cerca

Parco Querini, restauri per la Torretta e il Belvedere accanto alle ex Serre Cunico

E' stato approvato il progetto da 300 mila euro.

Parco Querini, restauri per la Torretta e il Belvedere accanto alle ex Serre Cunico
Vicenza, 12 Dicembre 2019 ore 16:30

A parco Querini anche per la Torretta e il Belvedere si avvicina il momento del restauro. La giunta comunale ha infatti dato il via libera al progetto definitivo di recupero dei due edifici, per un investimento complessivo di 300 mila euro, finanziati con mutuo, di cui 220 mila per i lavori e 80 mila per le somme a disposizione.

Parco Querini, restauri per la Torretta e il Belvedere accanto alle ex Serre Cunico

“Con questi lavori – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Matteo Celebron – andiamo a completare la riqualificazione della zona delle ex Serre Cunico, con il recupero e la valorizzazione dei due storici manufatti oggi piuttosto degradati”.

I lavori andranno infatti a integrarsi con quelli attualmente in corso per il restauro delle ex Serre Cunico, finanziati per 1 milione e 50 mila euro con i fondi del bando periferie e 150 mila euro nell’ambito del bilancio partecipativo 2016.

La progettazione del recupero del Belvedere e della Torretta è stato curata dal gruppo di progettisti guidati dall’architetto Francesco Magnani, già impegnati nell’area delle Serre.

Obiettivo primario del progetto è stato ridare nuova vita ai due manufatti addossati alle strutture delle ex Serre, completando così la riqualificazione dell’intero sistema architettonico e garantendo, al contempo, una diversa modalità di accesso al complesso attraverso la realizzazione di un piccolo ambito d’ingresso e di uno spazio per i custodi del parco.

La Torretta sarà oggetto di un vero è proprio intervento di “rifunzionalizzazione”, attraverso il consolidamento e il restauro dei muri perimetrali e l’inserimento di una nuova struttura in acciaio che ospiterà l’ingresso e il locale dei custodi, con funzioni di presidio e controllo degli spazi.

Per il Belvedere, che conserva ancora la sua struttura principale, è previsto un intervento di consolidamento, pulizia e restauro per preservarne l’integrità e la “lettura”, nella prospettiva di renderlo occasionalmente accessibile a visite guidate.