L'urbanistica a Cassola è ora a portata di click

Attivo un nuovo servizio informatico per seguire on line il percorso delle proprie pratiche edilizie.

L'urbanistica a Cassola è ora a portata di click
Bassano, 09 Aprile 2019 ore 17:14

L'urbanistica a Cassola è a portata di click! Da questa settimana in Comune è attivo un nuovo servizio informatico che permette ai tecnici, ma anche ai privati cittadini, di seguire on line in tempo reale l'iter delle proprie pratiche edilizie.

L'urbanistica a Cassola è ora a portata di click

Il software, sviluppato dalla Regione Veneto, si chiama GpeWeb e consente agli utenti registrati di monitorare tutti i passaggi delle proprie pratiche: l'accettazione al protocollo, gli esami e i pareri tecnici, i controlli, le richieste di integrazione, le autorizzazioni e l'archiviazione.

«In questo modo – spiega l'assessore all'urbanistica Giannantonio Stangherlin – è sempre possibile
conoscere con precisione le tempiste necessarie per l'evasione delle varie richieste e sapere quali
documenti presentare per completare il procedimento, con grande risparmio di tempo sia per gli
uffici sia per gli utenti, che possono seguire direttamente da casa o dallo studio il percorso della
propria documentazione».

«Accedere al programma – prosegue l'amministratore – è semplice: basta cliccare sull'icona
GpeWeb caricata sulla home page del sito del Comune. Fatto questo, senza bisogno di alcuna
credenziale, si può proseguire la navigazione come “ospiti”. In questo caso, tuttavia, le informazioni
visualizzabili sono limitate».

Per usufruire invece del servizio come utenti registrati e poter quindi reperire sul portale tutti i documenti che riguardano la propria pratica è necessario compilare un modulo di richiesta password (già disponibile sul sito del Comune) e restituirlo via Pec all'indirizzo protocollo@pec.comune.cassola.vi.it . Nel sito comunale sono inoltre fornite tutte le spiegazioni necessarie per utilizzare il nuovo portale.

L'ufficio urbanistica rimarrà comunque a disposizione per rispondere a qualsiasi dubbio. Al momento il servizio è operativo per le pratiche presentate a partire dal primo di gennaio, ma, chiusa la prima fase sperimentale, saranno inserite anche quelle degli anni precedenti.

«E' un altro tassello del vasto progetto di informatizzazione e semplificazione delle procedure che, da qualche anno, sta interessando il nostro ufficio urbanistica – chiude Stangherlin -. Un progetto che prevede anche il potenziamento del deposito telematico delle pratiche relative allo Sportello Unico delle Attività Produttive (S.U.A.P.), la digitalizzazione dell'archivio delle vecchie pratiche edilizie (ad oggi ne sono state informatizzate 7500 su circa 12 mila) e l'attivazione del Sistema Informativo Territoriale (S.I.T.), un software che permetterà di “mappare” il territorio e facilitare ricerche e consultazioni. Il tutto nell'ottica dell'efficienza e della trasparenza amministrativa».