Il gesto che fa emozionare

L'amore infinito di papà Paolo Rossi "Pablito" per le figlie: rose rosse per ogni compleanno

Il campione che ha fatto la storia del calcio italiano (e che era legato a filo doppio con la città di Vicenza) è morto nel mese di dicembre del 2020. Ha lasciato in eredità questo simbolico regalo per le sue amate figlie.

L'amore infinito di papà Paolo Rossi "Pablito" per le figlie: rose rosse per ogni compleanno
Cronaca Vicenza, 10 Maggio 2021 ore 10:51

Lui, Paolo Rossi, per tutti "Pablito", come è noto, non c'è più. E' stato strappato agli affetti dei suoi cari e dei suoi ammiratori da una malattia contro cui ha lottato con coraggio. Ma la sua "presenza" si sente ancora in modo molto intenso: nessuno lo ha dimenticato nella "sua" Vicenza. Se poi si aggiunge il suo lascito testamentario davvero emozionante nei confronti delle figlie... il quadro è completo: Pablito era un campione dentro e fuori dal campo.

L'amore infinito di papà Paolo Rossi "Pablito" per le figlie: rose rosse per ogni compleanno

Ha fatto la storia del calcio italiano. Ha dato un contributo incredibile, ha fatto appassionare al "pallone" un'intera generazione... e ora, dopo la sua morte, il mito di "Pablito" (al secolo Paolo Rossi) continua a vivere, più forte che mai. Dopo quel doloroso giorno nel mese di dicembre del 2020, infatti, tantissime erano state le manifestazioni di affetto nei confronti dei famigliari. Sintomo, questo, che non era mai stato dimenticato.

Ora, però, oltre al talento calcistico, si inizia a inquadrare anche l'uomo oltre all'atleta, ed emergono aspetti che non hanno più a che fare con i campi da calcio. Come per esempio il suo amore per la famiglia. Ecco, proprio nei confronti delle sue figlie, Pablito, ha messo a segno il suo ultimo goal, lasciando in eredità un testamento emozionante.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Federica Cappelletti (@cappellettifederica)

“Auguri mia Principessa. Con tutto l’amore di sempre. Papà”

Con queste parole Paolo Rossi ha deciso di lasciare un regalo che arriverà per ogni festa di compleanno alle sue figlie: un mazzo di rose rosse dal babbo che non c’è più ma continua a pensare a loro.

A raccontare attraverso Instagram il gesto e il desiderio di Pablito, la moglie Federica Cappelletti con la foto della figlia che ha ricevuto nove rose rosse come i suoi anni per il suo compleanno, dal padre.

“9 rose, come i tuoi magnifici anni, rosse come l’amore che ti ha sempre unito a papà…. cosi mi ha chiesto di fare…. così farò per il resto dei vostri compleanni insieme ❤️”

L’addio a Pablito

Paolo Rossi, soprannominato Pablito, se n’è andato la notte tra il 9 e il 10 dicembre scorso a causa di un male incurabile. La prima a darne notizia su Instagram la moglie Federica Cappelletti.

Paolo Rossi, nato e cresciuto a Prato, aveva iniziato da piccolo nel Santa Lucia, molti anni prima di diventare il simbolo della nazionale italiana di calcio con quel mondiale vinto nel 1982.

Fu lui il primo nel mondo a vincere nello stesso anno  il mondiale, il titolo di capocannoniere e il pallone d’oro.