«La parola ai ragazzi» per costruire un network regionale sulla partecipazione

Un confronto tra 19 esperienze attive nelle diverse province per promuovere l’ascolto e il coinvolgimento dei minori nei loro contesti di vita.

«La parola ai ragazzi» per costruire un network regionale sulla partecipazione
Bassano, 28 Giugno 2019 ore 18:00

«La parola ai ragazzi» per costruire un network regionale sulla partecipazione

Ascolto, rappresentanza, integrazione, ambiente, famiglia, scuola, gioco, città e solidarietà. Sono questi i temi su cui hanno scelto di concentrarsi, raccontando buone pratiche e facendo proposte per l’immediato futuro, circa sessanta bambini ed adolescenti portavoce di 19 esperienze di partecipazione attive nelle diverse province della Regione che si sono incontrati in una due giorni residenziale presso il Villaggio San Paolo di Cavallino Treporti a inizio giugno. Motivo dell’incontro il progetto regionale «#parolairagazzi. Network Veneto della partecipazione» finanziato dalla Regione del Veneto, coordinato dall’Associazione «Amici del Villaggio» in collaborazione con il Comitato Unicef regionale e con il patrocinio dell’Anci Veneto.

Un'occasione di conoscenza e confronto per i ragazzi coinvolti, tutti di età compresa tra gli 8 e i 14 anni, accompagnati da alcuni facilitatori adulti e da alcuni giovani co-facilitatori tra i 15 e i 17 anni, un'opportunità di discussione sulle diverse esperienze di partecipazione. Bussole per orientare il lavoro e le attività sono stati i principi fondamentali della Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia, di cui quest’anno ricorre il 30esimo anniversario dall’approvazione da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Agenda 2030), 17 obiettivi stabiliti dalle Nazioni Unite per proteggere il pianeta. Valore aggiunto dell’esperienza residenziale è stata la possibilità di progettare con bambini e ragazzi la struttura, la modalità di lavoro e gli obiettivi della futura Consulta regionale dei ragazzi e delle ragazze, un organismo di rappresentanza della Regione che nascerà a ottobre, presso il Consiglio regionale, al termine del progetto e che si propone di riunire in un network tutte le esperienze di partecipazione dei bambini e dei ragazzi attualmente in corso nel Veneto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter