Menu
Cerca

La Model Room bassanese compie 10 anni

La passione del giovane bassanese Alberto Ventrice riassunta in 4051 modellini di auto, moto e veicoli di ogni genere.

La Model Room bassanese compie 10 anni
Bassano, 04 Novembre 2019 ore 09:31

La Model Room bassanese compie 10 anni

Compie dieci anni la Model Room bassanese di Alberto Ventrice. Da tanto tempo, infatti, la sua passione ha trovato casa in una piccola via di Bassano del Grappa, dove le stanze non ospitano letti, divani, cucine o bagni, come in una normale abitazione, ma al contrario accolgono un totale di 4051 modellini da collezione. Nella casa dei genitori di Alberto, infatti, tutti quei pezzi non ci stavano più, accatastati tra mensole e scatoloni in una stanza che non rendeva la loro bellezza e originalità. Per questo il giovane bassanese, che di lavoro fa il capotreno, ha deciso di acquistare uno stabile e da casa trasformarlo nel suo museo privato. Si parte dal piano terra, dove la prima stanza ospita un archivio bibliografico, uno fotografico ed una raccolta di filmati e documentari sul mondo dei motori, dal rally alla formula uno, dalle moto d’epoca alle due ruote da corsa. Ad accogliere il visitatore, inoltre, ci sono alcuni modellini in scala 1:10, che mostrano l’accortezza nei particolari e la bravura artigianale nel creare pezzi da collezione. Si salgono le scale e sulla destra si arriva nello Studio Ferrari, dove si viene folgorati dal rosso fiammante tipico della scuderia del cavallino. Anche qui i modellini sono opportunamente catalogati in ordine cronologico, dividendo poi i veicoli in diverse caratteristiche, dalla stradale alla racing.

La parete di destra, inoltre, accoglie una decina di diorami, ossia ambientazioni che vedono al centro la Ferrari, immersa in ambientazioni diverse in scala 1:43. Queste ritraggono alcune scene storiche della Scuderia di Maranello, come istantanee tridimensionali che abbracciano un periodo storico che va dagli anni Trenta ai giorni nostri. Il filo conduttore tra questi, ad ogni modo, è sempre il servizio tecnico, con i camion e i furgoni d’epoca in dotazione alla Squadra Corse, fedelmente riprodotti in scala dalle migliori marche modellistiche. Gli stessi figurini e i dettagli delle ambientazioni sono creati con precisione filologica grazie ad un attento e approfondito studio attraverso libri, riviste, video e testimonianze. Da non dimenticare che anche il panorama tematico risulta vario, tanto che si va dalla F1, alle vetture della 24 Ore di Le Mans, fino alle vetture da turismo dei campionati GT nazionali ed internazionali.

Si entra poi in un’altra stanza, ossia l’originale Model Room, quella che è riempita da modellini di ogni genere. Si comincia dalle vetture in dotazione alle Forze dell’Ordine, motivo principe della collezione di Alberto che per un momento della sua vita aveva come obiettivo quello di entrare nell’Arma e che si è poi declinato in una passione diversa, ossia quella per lo studio che lo ha portato a laurearsi in Storia dell’Arte. Ad ogni modo l’intera collezione di questa stanza ricoperta di modellini segue la tematica italiana. Si va dal rally alla MilleMiglia, dalla Abarth alle moto GP, dalle Api alle Vespe. Il tutto incorniciato da fotografie ed autografi di grandi piloti. Si esce poi da questa zona per attraversare un piccolo corridoio dedicato alla Galleria Bmw e arrivare alla parte nuova del museo, ossia la Sala Stoccarda. Questa è ancora in fase di crescita e accoglie modellini della Porshe e qualche pezzo della Mercedes. Un luogo che lascia spazio all’immaginazione di Alberto, che ha già la mente in moto per questo nuovo progetto.

«Questa è tutta la mia collezione, iniziata fin dal 2007, ma che è in procinto di crescere ancora – afferma il giovane collezionista -. Tuttavia non voglio tenere tutto questo chiuso in delle stanze, ma sono disposto ad aprire le porte a chiunque voglia farmi visita. Per farlo basta mandarmi un’email all’indirizzo alberto.ventrice@libero.it e sarò pronto ad accogliere gli appassionati di motori come il sottoscritto».

Una realtà unica, dunque, tra le strade bassanesi. Un luogo dove la passione per il collezionismo tocca il suo apice.