Menu
Cerca
Vicenza

ITS Red Academy, gli studenti mettono le loro competenze a disposizione delle imprese

Sono molto richiesti dalle aziende, tanto che esistono liste d’attesa per assumerli al termine del percorso formativo. Anche Vicenza tra le sedi dei corsi.

ITS Red Academy, gli studenti mettono le loro competenze a disposizione delle imprese
Cronaca Vicenza, 01 Aprile 2020 ore 11:12

Gli studenti di ITS Red Academy sono pronti a mettere le proprie competenze a disposizione delle imprese.

Tecnici del settore pronti per le imprese

L’accademia forma super tecnici nel settore della Bioedilizia, del Risparmio energetico, del Marketing per il made in Italy, della Green economy e delle Nanotecnologie. Ciascun corso prevede un biennio di alta formazione post diploma che comprende, per i propri studenti, 800 ore di stage da realizzare in azienda. In più, gli insegnanti sono per metà docenti e per metà professionisti che già lavorano nel settore. Proprio sfruttando questo modello formativo, gli studenti affiancheranno le aziende, con cui hanno avviato gli stage, già nelle prime fasi della ripresa delle attività. Le sedi dei corsi sono a Verona, Padova, Vicenza e Treviso.

Cristiano Perale, presidente dell’accademia afferma:

“A partire da quanti frequentano il corso di Treviso è fondamentale che i nostri studenti siano a fianco delle imprese fin da subito, terminata l’emergenza. Se c’è qualcosa che questa crisi ci ha insegnato è la necessità delle aziende di innovarsi e, in alcuni casi, di reinventarsi di fronte a uno scenario economico e produttivo che apparirà profondamente cambiato. Per farlo, potranno contare, dall’inizio, sulle competenze dei nostri alunni che metteranno a disposizione delle imprese le loro conoscenze per portare innovazioni di processo, di organizzazione e di prodotto nelle differenti realtà in cui sono stati inseriti. ITS Red, attraverso i suoi studenti, diventa quindi strumento per la ripartenza dell’intero sistema delle costruzioni e dell’efficienza energetica, della quale i nostri corsi si confermano ai vertici per qualità dell’offerta formativa”.

I corsi in vetta alla graduatoria nazionale

La classifica dell’Istituto Nazionale Documentazione Innovazione Ricerca Educativa (Indire), infatti, ha confermato i corsi al vertice della graduatoria nazionale per la categoria di riferimento “Efficienza energetica”. I corsi di ITS Red in Building ed Energy manager di Padova sono risultati il 1° e il 2° della classifica, ma tenendo conto delle varie sedi degli insegnamenti, Its Red conquista tre posizioni nei primi cinque posti e cinque nei primi dieci a livello nazionale.

Cristiano Perale prosegue:

“I risultati confermano che ITS Red è il primo in Italia, nella categoria ‘Efficienza energetica‘, per efficacia dell’offerta e per la capacità dei diplomati di entrare con successo nel mondo del lavoro. I nostri studenti sono molto richiesti dalle aziende, tanto che esistono liste d’attesa per assumerli al termine del percorso formativo. I nostri corsi, anche in questo momento di emergenza, non si sono fermati, ma sono proseguiti on line. Uno strumento, quello dell’istruzione smart, cui eravamo già preparati e che, in futuro, garantirà la possibilità di accedere al nostro biennio di alta formazione anche a chi, non potendo seguire fisicamente le lezioni, vorrà seguire le lezioni di ITS Red a distanza. In più l’insegnamento smart ha un altro vantaggio: sa fornire una formazione flessibile e adattabile alle esigenze, fondamentale per chi, come i nostri studenti, si prepara a diventare professionista nell’ambito delle costruzioni sostenibili”.

A testimoniare quanto siano ricercati gli studenti c’è l’esperienza di Grosso Srl, azienda specializzata in costruzioni in legno che ha ‘testato’ direttamente la formazione ITS, ospitando stage.

Stefano Grosso amministratore delegato e proprietario della storica azienda ha affermato:

“Il fattore positivo è che nel percorso di studio gli studenti affrontano materie e temi concreti, molto vicini alle reali necessità di un’impresa e all’attività operativa. Il vantaggio è che, inseriti in un percorso aziendale, diventano in breve tempo autonomi, dimostrando competenza e conoscenza. Il piano di studi è contiguo a ciò che davvero serve a un’impresa e questo, quando si sceglie un collaboratore, fa la differenza. Per questa ragione, le aziende dopo aver avuto gli studenti in stage li vogliono confermare e, se ne hanno bisogno, tornano nuovamente a chiederli all’ITS”.