Menu
Cerca
E-Distribuzione

Inaugurata a Schio la seconda cabina del progetto “Energia a colori”

Anche il disegno della piccola Nora è stato realizzato dal famoso street artist Jako.

Inaugurata a Schio la seconda cabina del progetto “Energia a colori”
Cronaca Schio e Valdagno, 22 Marzo 2021 ore 15:13

Sono le immagini delle “lampadine delle emozioni” e del “papà che aggiusta fili rotti dopo il temporale, riportando la luce” della piccola Nora Bonato, di 7 anni, ad aver conquistato il cuore dei giurati dell’iniziativa “Energia a colori”, il progetto lanciato da E-Distribuzione per dare vita e rendere protagonisti alcuni impianti dell’Azienda grazie al talento dei bambini tra i 5 e i 12 anni.

Inaugurata a Schio la seconda cabina del progetto “Energia a colori”

Dopo l’opera prima assoluta di Anita Casarotto di Camisano Vicentino, questa volta è il ‘sogno’ della piccola Nora a dare forma e colore a un fulmine e ad una lampadina, ovvero i due oggetti che nella fantasia e nell’immaginazione dei bambini rappresentano l’essenza e la magia della luce. Una magia padroneggiata dal tecnico Enel, il papà Nicola, rappresentato nella parte inferiore del disegno.

La sua immaginazione è diventata realtà sulla cabina dI via Giavenale di Sotto, a Schio, grazie all’estro artistico del trevigiano Manuel Giacometti, in arte Jako, classe 1976, artista consolidato di grande talento che opera da molti anni nel campo di questa nuova forma d’arte, nota come street art.

“I bambini – ricorda Jako – rappresentano una generazione che guardano e interpretano l’arte con grande attenzione ed in chiave personale. Credo dunque che sia fondamentale regalare loro uno spazio dove la loro espressività possa trovare spazio.

In quest’opera la protagonista è Nora e attraverso i suoi disegni possiamo entrare nel suo mondo, guardar la realtà con i suoi occhi e farci trasportare dalla sua immaginazione”.

L’iniziativa “Energia a colori” prevede che i disegni più originali siano usati per realizzare un artwork replicabile su una cabina di proprietà di E-Distribuzione contribuendo così a sviluppare l’attività delle cosiddette Cabine d’Autore che in questi anni ha visto all’opera i più noti street artist.

Ad immaginare nuovi colori e nuove storie sono stati i bambini che con il loro innato talento daranno vita ai tanti muri “inanimati” sparsi sul territorio nazionale che aspettano di essere visti e vissuti con occhi diversi. Il progetto ha dato la possibilità a 12 ragazzi di esprimere il proprio talento e di vederle presto trasformarsi presto in realtà.

I soggetti nati dalla loro immaginazione state selezionate per realizzare gli artwork che daranno una nuova immagine alle cabine di E-Distribuzione.

“Le nostre cabine – commenta Luca Alfonsi, Responsabile di Zona Verona-Vicenza di E-Distribuzione – sono alcune delle forme più tangibili della nostra attività: se è ancora complesso riuscire a spiegare la loro funzione ai più giovani e ai più piccoli, si può invece iniziare col farle entrare a poco a poco nel loro immaginario, in modo fantasioso.

Attraverso l’opera di Nora e Jako vogliamo anche rendere tangibile l’attività di un’azienda come E-Distribuzione, composta da donne e uomini che ogni giorno con perizia, dedizione e in modo sostenibile assicurano al territorio tutta la loro energia”.

“Una bellissima iniziativa che speriamo si ripeta – sottolinea Barbara Corzato, assessore alla cultura del comune di Schio. La street art è una forma d’arte ancora troppo poco conosciuta nel nostro territorio ed incrociare visione da parte di aziende come E-distribuzione, artisti talentuosi e le idee dei nostri ragazzi, ridà nuova vita e bellezza a dei luoghi funzionali ma grigi. Impresa, cultura e giovani sono un mix di cui in questo periodo abbiamo bisogno”.

4 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli