Il servizio di «Telecontrollo e Telesoccorso» per la comunità della Valbrenta

Un progetto per le persone a rischio sociale e sanitario, documentato, con un particolare riferimento alla fascia d’età anziana.

Il servizio di «Telecontrollo e Telesoccorso» per la comunità della Valbrenta
, 18 Maggio 2019 ore 17:40

Il servizio di «Telecontrollo e Telesoccorso» per la comunità della Valbrenta

L’ufficio sevizi sociali dell’Unione Montana Valbrenta mette a disposizione il servizio di «Telesoccorso e Telecontrollo». I destinatari di questa iniziativa sono le persone a rischio sociale e sanitario, debitamente documentato, con un particolare riferimento alla fascia d’età anziana. Il «Telesoccorso» ha l’obiettivo di rilevare in tempo reale, 24 ore su 24, le situazioni di emergenza che si possono verificare nel domicilio dell’utente in considerazione. Pertanto, in caso di effettiva necessità, l’utente premendo il radiocomando a disposizione si mette in comunicazione in viva voce con l’operatore della centrale che può intervenire rapidamente attivando le forme più idonee di soccorso e di assistenza. Il «Telecontrollo», invece, consiste in un ricorrente e programmato contatto telefonico con ciascun utente, con una cadenza di due chiamate alla settimana, fatto prevalentemente dallo stesso operatore per monitorare la quotidianità e i bisogni dell’interessato. L’operazione di installazione prevede che i tecnici colleghino al telefono l’apparato di controllo dotato di relativo radiocomando, deve quindi essere presente anche una presa elettrica vicino al telefono o comunque nella stessa parete del telefono. E’ poi possibile attivare il servizio solo se l’utente ha in casa una rete telefonica fissa. Il servizio di «Telesoccorso e Telecontrollo» è gratuito, perché offerto dalla Regione Veneto. L’unico costo a carico del destinatario è dato dalla chiamata di allarme, ovvero quando preme il pulsante del radiocomando e invia una chiamata alla Centrale Operativa, che corrisponde allo scatto alla risposta applicato dal proprio gestore telefonico. Il servizio viene attivati solo su presentazione di domanda con apposito modulo nell’Ufficio Servizi Sociali, a cui deve essere allegata la copia del documento di identità valido.

Le sedi

Le sedi a cui ci si può riferire sono tre, ossia in Unione Montana Valbrenta (tel. 0424 99905) dalle 16.00 alle 18.00 il giovedì, a Cismon del Grappa (tel. 0424 92145) e a Solagna (tel. 0424 816003) dalle 10.00 alle 12.00 il martedì. Queste ultime due sedi, però, alternano ogni 15 giorni la loro apertura, pertanto per avere date e orari certi è necessario consultare il sito dell’Unione Montana nella parte dedicata ai servizi alla persona o telefonando negli sportelli. Le referenti dei servizi sono le assistenti sociali Chiara Sonda (email chiara.sonda@unionemontanavalbrenta.gov.it) con competenza di minori, famiglie, emarginazione sociale, contributi economici e rei; e poi Eleonora Roccon (email eleonora.roccon@unionemontanavalbrenta.gov.it), che ha invece competenza riguardo ad anziani, disabili, salute mentale, dipendenza, icd.