Cronaca
Grave lutto

Domani, sabato 26 novembre, l'addio di Bassano alla "sua Elide Bellotti

Il 19 gennaio 2011 le era stato conferito il Premio "Città di Bassano del Grappa" per la sua passione per la cultura e l'identità locale...

Domani, sabato 26 novembre, l'addio di Bassano alla "sua Elide Bellotti
Cronaca Bassano, 24 Novembre 2022 ore 15:26

"Dicevi sempre che la ProBassano era la tua seconda famiglia, ecco…ora noi ti diciamo un doloroso addio, grati per il tanto che generosamente ci hai donato negli anni. Ci mancherai."

AGGIORNAMENTO: il funerale sarà celebrato domani, sabato 26 novembre alle 14.30 nella chiesa di S. Francesco a Bassano. La camera ardente è stata allestita nella chiesa della Beata Giovanna e sarà aperta oggi, venerdì 25 novembre dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Domani dalle 10 alle 12.30.

Il doloroso addio di Bassano alla "sua " Elide Bellotti, da sempre anima della città

 

Bassano oggi piange una sua compaesana, attiva nel sociale e nel volontariato, ma prima ancora una donna poliedrica: giornalista, scrittrice, animatrice e docente. Elide Bellotti,93 anni e romana di nascita, ha sempre amato il Veneto e la sua cultura, la terra che l'ha accolta negli anni Cinquanta e che adesso la accompagna nel suo ultimo viaggio.

"Elide Bellotti ha salutato Bassano per l’ultima volta- si unisce al cordoglio anche Elena Pavan, sindaco di Bassano- una città che ha amato profondamente e che ha contribuito in modo determinante a conoscere e promuovere grazie alle sue infinite idee e alle sue appassionate ricerche. Bassano le ha conferito il 19 gennaio 2011 il Premio Città di Bassano del Grappa con questa motivazione: per l’affettuosa e squisita sensibilità con cui ha saputo dar voce alle tradizioni venete, corpo alla storia cittadina, insegnamento alle nuove generazioni, con una sua ricerca ed una ricostruzione di ambienti e costumi rigorosa eppure brillante, con una tenace e coerente attenzione alla dimensione umana di case e cose, di fatti e manufatti, con un profondo rispetto dei valori della cultura e della civile convivenza, con una particolare attenzione al Museo civico come segno inconfondibile di una identità cittadina millenaria. Cara Elide, ci mancherai."

Un saluto che diventa ancora più doloroso per chi, come i volontari della ProBassano, hanno condiviso con lei progetti ed eventi che divertissero grandi e piccini.

"Elide cara, hai lasciato orfana tutta la tua famiglia della ProBassano di cui sei stata la storica, amatissima Vicepresidente, ricercatrice di tradizioni, favole ed eventi storici.
Hai riportato alla memoria di tutti la storia di Bassano con La Ballata del Millennio, che richiamò migliaia di persone nella città che amavi e che ti ama.

E che dire degli eventi che animavi per i bambini?! La Befana, la Bautina d’Argento a Carnevale…la guida degli alunni delle Scuole alla scoperta dei tesori del nostro Museo.
Dicevi sempre che la ProBassano era la tua seconda famiglia, ecco…ora noi ti diciamo un doloroso addio, grati per il tanto che generosamente ci hai donato negli anni. Ci mancherai."

 

Seguici sui nostri canali