Tragico epilogo

Grave incidente tra auto e scooter: il giovane Michel non ce l'ha fatta

Lo scontro in via Rovereto. Al volante della vettura una 80enne di Valli del Pasubio. Il giovane era stato rianimato sul posto.

Grave incidente tra auto e scooter: il giovane Michel non ce l'ha fatta
Cronaca Schio e Valdagno, 24 Agosto 2021 ore 09:50

Grave incidente ieri sera a Schio. Ricoverato in condizioni disperate un 19enne che era in sella al suo scooter.

AGGIORNAMENTO: Purtroppo non ce l'ha fatta. Il giovane di Schio, Michel Dalla Costa, vittima del gravissimo incidente di via Rovereto, proprio a Schio, è deceduto ieri, lunedì 23 agosto 2021, in ospedale. Troppo gravi le ferite riportate dal 19enne scledense. Grande cordoglio in città ma non solo per una vita spezzata troppo presto.

Grave incidente tra auto e scooter a Schio

Schio, ore 22:35 di ieri domenica 22 agosto 2021. A.B. donna 80enne di Valli del Pasubio, alla guida di autovettura Mercedes Classe A, stava percorrendo via Rovereto in direzione Valli del Pasubio.

Giunta all'altezza dell'intersezione con via Generale Achille Papa, per cause in corso di accertamento, non riusciva ad evitare l'urto con il ciclomotore Malaguti condotto da M.D., ragazzo 19enne di Schio, che nel frattempo si era immesso in via Rovereto proveniente dalla laterale.

Grave incidente tra auto e scooter: 19enne di Schio lotta per la vita

A seguito dell'urto il giovane conducente del ciclomotore veniva soccorso a lungo dai sanitari di due ambulanze, che, con grande professionalità, ne riattivavano le funzioni vitali. Il giovane veniva quindi trasportato, in prognosi riservata, all'Ospedale di Vicenza. Incolume la donna.

Grave incidente tra auto e scooter: 19enne di Schio lotta per la vita

Rilievi a cura di due pattuglie della polizia locale "Alto Vicentino" di Schio. Nel corso dei lavori, un giovane 27enne di Valli del Pasubio, entrava con la propria auto nell'area delimitata abbattendo un cartello mobile apposto per il rilievo del sinistro. Sottoposto a prova con etilometro, risultava positivo con g/l 1,67 (oltre 3 volte il limite). Pertanto veniva denunciato alla Procura della Repubblica di Vicenza, con ritiro patente di guida e sequestro del veicolo.